Indietro
martedì 26 ottobre 2021
menu
Basket Giovanile

10° Memorial Fabbri: doppio hurrà sul Lazio per le selezioni dell'Emilia-Romagna

In foto: La foto ufficiale della selezione femminile
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
sab 4 gen 2020 10:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le selezioni dell’Emilia-Romagna hanno iniziato il “10° Memorial Fabbri” come meglio non avrebbero potuto. Un 2-0 al Lazio che era tutt’altro che scontato. Prima hanno vinto le Under 14, in una gara molto impegnativa, poi hanno trionfato gli Under 15. Sabato sono previste due partite per ognuna delle selezioni; domenica, le semifinali e
lunedì mattina le finali.

TORNEO MASCHILE
EMILIA ROMAGNA – LAZIO 90 – 64 (22-18; 42-37; 60-52)

Emilia-Romagna: Ebeling (Vis 2008) 14, Ramponi (Peperoncino) 15, Lazzari (Baskers) 6, Ciobanu (Virtus) 5, Macaru (Santarcangelo) 3, D’Agnano (Crabs) 10, Gregori (Junior BK) 2, Galantini (Peperoncino) 2, Diop (Academy Basket) 4, Caramella (Baskers), Yarbanga (Vis 2008) 18, Bellini (Junior BK) 11. All. Brochetto.

Lazio: Ferretti 6, Branchi 8, Giovinazzo 4, Kavosh 20, Longo 1, Cellini 1, Porto 10, Amon 8, Della Corte 2, Imbesi, Di Marzio 4, Di Giulio. All. Gilardi.

La selezione dell’Emilia-Romagna dilaga nella prima partita del memorial Fabbri 2020. La squadra di casa sconfigge, infatti, la formazione del Lazio per 90-64. I biancorossi locali partono subito bene, grazie ai canestri del pivot Yarbanga e di Ciobanu e si portano avanti di nove lunghezze al primo time out (15-6). I canestri ospiti della prima parte del periodo sono tutti di Kavash, mentre negli ultimi cinque minuti sale in cattedra anche Ferretti e i laziali chiudono la frazione sotto solo di 4 lunghezze (22-18). Nel secondo quarto i biancorossi partono forte, con un parziale di 11-0, firmato da Ramponi, Diop e Bellini, che viene interrotto dai due punti di Branchi. La squadra ospite si riavvicina e con i canestri di Amon torna a meno uno sul 38-37, ma Lazzari e D’Agnano la ricacciano a meno cinque. All’intervallo lungo il punteggio è di 42-37. Nella terza frazione le squadre segnano poco e l’Emilia-Romagna mantiene il suo vantaggio grazie alle triple di Ramponi. La palla rubata e il conseguente canestro in sottomano di Giovinazzo danno il via ad un parziale di 6-0 da parte del Lazio, che ritorna a -4 con Kavosh. Yarbanga e di nuovo Ramponi assicurano otto lunghezze di vantaggio alla formazione di casa alla fine della terza frazione (60-52). L’ultimo periodo è quello in cui l’Emilia-Romagna prende definitivamente il sopravvento, grazie ad un parziale in apertura di 14-0 chiuso solo da quattro punti consecutivi di Kavosh a metà frazione (74-56). Bellini ed Ebeling sono letali e permettono ai padroni di casa di toccare il vantaggio sul +25 (81-56). Porto e Kavosh riducono il distacco tra le due formazioni, ma il match si chiude sul 90-64, massimo vantaggio biancorosso
dell’incontro.

Il secondo incontro, contro un Trentino Alto Adige capace di battere il Friuli Venezia Giulia, è in programma per sabato 4 gennaio alle ore 11 al PalaSGR di Santarcangelo.

TORNEO FEMMINILE
EMILIA ROMAGNA – LAZIO 68 – 66 (10-21; 34-37; 53-53)

Emilia-Romagna: Albieri (Pontevecchio) 4, Capelli (Scandiano) 4, Ruffini (Bsl) 1, Gori (Hellas) 4, Castelli (Bsl) 13, Cavalli (Monte San Pietro) 18, Pratelli (Happy Basket) 4, Mandini (Peperoncino), Diacci (Cavezzo) 6, Piatti (Scandiano) 14, Longeri (Piacenza), Mkpanam (Magik Rosa). All. Arnetoli.

Lazio: D’Avenia 3, Tagliente 5, Garofalo 4, Busca 14, Manocchio, Mascetti 4, Caradonna 2, Carpinetti 4, Zangara 7, Fantozzi 11, Tarquinio 12, Barsotti. All. Adamoli.

L’Emilia-Romagna batte in volata il Lazio, grazie alle buone prestazioni di Piatti e Cavalli, che mettono a segno rispettivamente 14 e 18 punti. Al Lazio non bastano i 14 punti di Busca. L’Emilia-Romagna parte bene e si porta subito avanti per 6-2, grazie ai canestri e ai liberi della numero 9 Cavalli, ma il Lazio risponde con le finalizzazioni di Tarquinio e riesce a sorpassare la formazione di casa a metà frazione (6-10). Le laziali continuano ad attaccare e con Busca si potano fino al +8. L’Emilia-Romagna ferma, con i liberi di Capelli, il parziale di 2-14 in uscita dal time out, ma da quel momento il Lazio riprende a segnare con Zangara e Tagliente e chiude il periodo avanti 10-21, grazie al canestro sulla sirena di Fantozzi. Nella seconda frazione l’Emilia-Romagna recupera subito 4 punti con Castelli e Gori e a metà quarto si riporta a -1 grazie alla correzione di Cavalli, sull’errore di Piatti (26-27). Il Lazio riesce, però, a ricacciare indietro le biancorosse grazie alle realizzazioni di Tagliente e soprattutto di Busca, che infila 6 punti consecutivi e porta le ospiti sul +8 ad un minuto e mezzo dalla fine (29-37). Coach Arnetoli chiama time out e la formazione di casa riesce a rientrare a meno tre sulla sirena, grazie a Piatti e Cavalli (34-37). Il sorpasso arriva ad inizio ripresa grazie ai canestri di Castelli e di Piatti, che firma anche il massimo vantaggio sul 48-41. Nonostante gli 1/2 in lunetta di Zangara e di D’Avenia, il Lazio si rifà sotto e con Zangara e Garofalo ritorna davanti (50-51). Il periodo si chiude in perfetta parità, a quota 53, con Carpinetti che risponde, sulla sirena, al 2+1 di Castelli in penetrazione. Negli ultimi dieci minuti le ragazze emiliane salgono subito a +6 con Pratelli, Piatti e Diacci, ma subiscono la rimonta delle laziali, che riescono a riagguantare la parità a quota 64, grazie a cinque punti di Fantozzi e alla realizzazione di Busca. L’Emilia-Romagna rientra in campo dopo un time out più aggressiva e con quattro punti di Albieri mette la testa avanti ad un minuto dalla fine. Tarquinio segna il meno due, ma Cavalli intercetta l’ultima rimessa in attacco delle ragazze del Lazio e la partita si chiude sul 68-66 per le padrone di casa.

Sabato mattina, alle ore 9, alla palestra “Rodari” di Rimini, lo scontro con la Campania, vincitrice dell’altra gara del girone Rosa B, contro il Trentino Alto Adige.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO