domenica 19 gennaio 2020
menu
Basket D

Villanova Tigers, gara gagliarda ma non basta per violare la tana della capolista Grifo

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 8 dic 2019 15:59
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Grifo Imola-Rose & Crown Villanova Tigers 72-62 (20-18; 37-30; 53-48)

IL TABELLINO
Grifo: Riguzzi F. 21, Simoni 9, Mondini 8, Russu 17, Lanzoni, Cai 4, Paciello 7, Guglielmo, Riguzzi N. 6, Saibi ne, Rossi ne, Castelli. All. Palumbi.

Tigers: Bronzetti 5, Giordani 3, Panzeri 14, Buo 9, Semprini, Guiducci 4, Rossi A. ne, Campidelli 4, Calegari 13, Tomasi 5, Saccani ne, Bollini 5. All. Rustignoli.

Arbitri: Capozzi e Placanica.

CRONACA E COMMENTO
Arriva una sconfitta per i Rose & Crown Villanova Tigers che, nonostante una prova di buon livello, cade nel finale sullo storico parquet del PalaRuggi di Imola, contro i padroni di casa del Grifo. 72-62 il punteggio al termine dei 40’.

In avvio, la squadra di Palumbi prova subito a mettere le mani sul match, colpendo in avvicinamento con l’ex Russu, ma i Tigers restano sempre in scia, guidati da un preciso Panzeri e dalle ottime giocate in post basso di Calegari.

È ancora Russu, nel secondo parziale, ad allungare nel punteggio, ben supportato da Simoni che, dalla lunetta, fa percorso netto. I villanoviani, invece, faticano contro la fisicità imolese, concedendo molti secondi possessi e trovando con difficoltà la via del canestro. Alla pausa lunga, il tabellone recita un 37-30 che ben fotografa l’andamento del primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi, per diversi minuti le squadre ingaggiano una furiosa lotta contro il ferro: i primi a sbloccarsi sono i padroni di casa, che sull’asse Riguzzi-Simoni prova ad andare in fuga, ma Buo e una montagna di liberi conquistati (e trasformati con buone percentuali) permettono ai biancoverdi di accorciare il divario.

Nell’ultimo quarto, i Rose & Crown si riportano fino sul -3, sul 64-61, grazie ad una difesa furente e ad un Calegari ficcante in avvicinamento, costringendo la panchina di casa ad un frettoloso timeout. Di qui, si decide la partita: Riguzzi segna un paio di canestri importanti, mentre i villanoviani non segnano più. Così la bomba di Mondini porta il distacco oltre la doppia cifra, mettendo la parola fine al match.

“Per provare a vincere partite in trasferta contro avversari di questo valore, bisogna commettere pochissimi errori, mentre noi in avvio e nel finale abbiamo commesso alcune leggerezze che abbiamo pagato caro – ammette coach Valerio Rustignoli, in ogni caso, non posso che essere contento della nostra prova, che ci ha portato a giocarcela alla pari per tutta la partita contro una formazione che resterà nei primi tre posti per tutta la stagione. Stiamo crescendo e, in particolare, in ogni partita stiamo trovando un contributo importante da parte di qualcuno dei ragazzi della panchina. La speranza, ora, è quella di recuperare al meglio tutti gli acciaccati per provare a fare bottino pieno nelle ultime due partite di questo 2019”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna