Indietro
menu
Sequestri a Rimini e Cattolica

Giocattoli e articoli non a norma, maxi sanzioni delle Fiamme Gialle

In foto: merce sequestrata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 30 dic 2020 12:55 ~ ultimo agg. 16:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Rimini e della Tenenza di Cattolica hanno sequestrato oltre 6mila prodotti “non sicuri”, in quattro negozi della provincia. I gestori avevano posto in vendita 700 giocattoli e altri prodotti, privi delle certificazioni e dei requisiti di sicurezza.

Tutti i prodotti sequestrati sono risultati privi di etichettature indicanti la provenienza o i canali di importazione, non erano riportate indicazioni sulla composizione o sui materiali utilizzati per la fabbricazione, né avvertenze in grado di informare i consumatori circa le corrette modalità di utilizzo o su eventuali rischi connessi ad un uso improprio. I giocattoli, in particolare, erano di qualità scadente e potenzialmente pericolosi e dannosi per la salute umana. Sono stati attivati anche accertamenti sulla provenienza dei prodotti che comunque risulterebbe essere estera, nello specifico cinese.

I responsabili delle aziende, cui sono state comminate sanzioni amministrative da un minimo di 3.516 euro ad un massimo di 35.823, sono stati segnalati alla locale Camera di Commercio per l’adozione di provvedimenti nei loro confronti.  I controlli sui prodotti non a norma e contraffatti – assicurano le Fiamme Gialle – continueranno incessantemente fino alla festa dell’Epifania.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.