Indietro
martedì 27 luglio 2021
menu
Basket Promozione

FaDaMat corsaro a San Patrignano

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 22 dic 2019 10:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

𝐒𝐚𝐧 𝐏𝐚𝐭𝐫𝐢𝐠𝐧𝐚𝐧𝐨-𝐅𝐚𝐃𝐚𝐌𝐚𝐭 𝐁𝐚𝐬𝐤𝐞𝐭 𝐑𝐢𝐦𝐢𝐧𝐢 𝟔𝟑-𝟕𝟑

IL TABELLINO
𝐒𝐚𝐧 𝐏𝐚𝐭𝐫𝐢𝐠𝐧𝐚𝐧𝐨: Pesarini 19, Romboli 18, Panzeri 9, Taddei 8, Bologna 4, Baldassarri 3, Lanci 2, Romano, Lissandron ne, Mirabile ne, Persici ne, Raimo ne. All. Gregori.

𝐅𝐚𝐃𝐚𝐌𝐚𝐭 𝐁𝐚𝐬𝐤𝐞𝐭 𝐑𝐢𝐦𝐢𝐧𝐢: Accardo, Borello 9, Del Fabbro 2, Cardinali 5, Emiliani, Ferrini 16, Magnani 18, Serpieri 13, Stabile 7, Toni 1, Zaghini 2. All. Podeschi.

CRONACA E COMMENTO
Il FaDaMat Fermata Est strappa un’importante W in trasferta a San Patrignano, interrompendo la striscia di due sconfitte consecutive.

La squadra di coach Podeschi, priva di Missiroli e Guglielmi, fatica non poco ad avere ragione degli agguerriti avversari, in una cornice come sempre fantastica nella Comunità San Patrignano.

Il primo quarto illude i gialloneri che con un efficace giro palla e una difesa dalle maglie molto strette riesce a costruirsi un vantaggio di circa 10 lunghezze alla prima pausa.

È un fuoco di paglia, tuttavia, perché San Patrignano stringe i bulloni della zona 3-2 e fa parecchio male in contropiede con le sfuriate di un incontenibile Pesarini e le triple di Romboli.

Il FaDaMat, invece, sembra ipnotizzato, tanto in attacco dove il giro palla diviene sterile quanto in difesa dove la garra del primo quarto lascia spazio a un approccio molto più morbido. 37 a 38 alla pausa lunga.

Il terzo quarto viaggia sulle ali dell’equilibrio, con il FaDaMat aggrappato letteralmente alle triple del capitano Magnani e a qualche giocata individuale di Ferrini e Andrea Serpieri. Dall’altro lato del campo sono sempre Pesarini, Romboli (oltre a Panzeri) le spine nel fianco dei gialloneri.

Nell’ultimo quarto, tuttavia, il FaDaMat ritrova la verve del primi dieci minuti: difesa più alta e molto più efficace, qualche contropiede in più (l’arma che aveva tenuto San Patrignano a galla nei primi trenta minuti) e migliori soluzioni al tiro (Ferrini e Magnani su tutti) valgono l’allungo decisivo a 5 minuti dalla fine. Da lì in poi i ragazzi di Coach Podeschi gestiranno al meglio il cronometro strappando due punti importantissimi quanto sudati.

Ora spazio alle festività che giungeranno in casa FaDaMat tra poche ore, e appuntamento a 𝐯𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝𝐢̀ 𝟏𝟎 𝐠𝐞𝐧𝐧𝐚𝐢𝐨 𝐨𝐫𝐞 𝟐𝟏.𝟑𝟎, 𝐏𝐚𝐥𝐞𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐂𝐚𝐫𝐢𝐦, 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐀𝐫𝐭𝐮𝐬𝐢𝐚𝐧𝐚 𝐅𝐨𝐫𝐥𝐢𝐦𝐩𝐨𝐩𝐨𝐥𝐢.