Indietro
giovedì 24 settembre 2020
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

La Virtus Romagna vuole la vittoria: al Flaminio arriva la Decima Sport Camp

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 30 nov 2019 19:45 ~ ultimo agg. 1 dic 21:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo gli ultimi due turni poco felici per la Virtus, in cui sono arrivati un pari al Flaminio per 2-2 contro il
Sabina e una pesante sconfitta a Perugia per 6-1, al PalaFlaminio di Rimini arriva la Decima Sport Camp, domani alle ore 17, per la 9a giornata di Serie A2 femminile.

L’obiettivo delle ragazze di Imbriani, attualmente terze a pari punti con l’Atletico Chiaravalle, è quello di tornare alla vittoria per poter così riprendere il proprio percorso in questo finale di girone di andata, il quale si concluderà il 15 di dicembre. Entro quella data, l’obiettivo delle virtussine è quello di essere ancora fra le prime 4 in classifica, assicurandosi così l’accesso al primo turno della Coppa Italia.

Ma se si vuole raggiungere un obiettivo così importante e prestigioso, bisogno innanzitutto analizzare le recenti prestazioni, così come fa la coach Alessandra Imbriani: «Gli ultimi risultati non ci hanno visto sorridere a causa del livello della nostra prestazione, specialmente durante il secondo tempo del match contro il Perugia: una squadra organizzata e di qualità che ha meritato di vincere per la qualità espressa in campo e temperamento. È stata una sconfitta che ci ha fatto male perché ci siamo rese conto sin da subito che dovevamo fare molto di più. Infatti, in settimana abbiamo lavorato molto anche se a ranghi ridotti e domani vogliamo scendere in campo per fare risultato».

Purtroppo, come accennato dalla coach virtussina, la squadra romagnola deve ora affrontare fra le altre problematiche anche quella legata alle diverse defezioni e acciacchi che hanno colpito il gruppo. «Non è una scusante, ma al momento non siamo al top della forma e il gruppo a disposizione soffre qualche mancanza, con diverse ragazze colpite da qualche problema: Sara Berti salterà la terza partita consecutiva; fuori sarà anche Alessia Marzo a causa di un problema muscolare; Sara Sabetti mancherà e inoltre fra le convocate ci sono alcune giocatrici con qualche acciacco. Ma nonostante questo, domani noi vogliamo fare risultato e, essendo terze a tre partite dalla fine del girone di andata, dobbiamo provare a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per arrivare fra le prime 4, riuscendo così a centrare la qualificazione alla Coppa Italia» ha commentato Imbriani.

Dunque, le virtussine hanno già da ora, in questa prima parte della stagione, un obbiettivo importante da raggiungere: «Sarebbe sciocco non provare a centrare questo traguardo, viste le belle prestazioni che ci sono state sin qui e i risultati raccolti. Anche per questo, domani proveremo in tutti i modi a vincere. Ci siamo rese conto, dopo la partita persa a Perugia, che possiamo e dobbiamo fare di più, già a partire dal match contro la Decima dove l’obiettivo sarà quello di uscire dal campo soddisfatte della nostra prestazione e convinte di aver dato tutto».

Ma come funziona e come si strutturano le fasi della Coppa Italia? Innanzitutto, si dovrà vedere al 15 di dicembre, data in cui si concluderà il girone di andata, quali sono le squadre che finiranno fra le prime quattro in classifica. Queste quattro squadre si qualificheranno automaticamente alla prima fase della Coppa Italia, in cui la prima in classifica sfiderà la quarta e la seconda giocherà contro la terza. Il successivo turno, il secondo, consisterà in una sorta di “finale” fra le vincenti delle due partite della fase precedente del torneo, con le vincitrici di ogni “finalina” (se ne giocherà una per girone di Serie A2, quindi saranno in tutto quattro le partite) che accederanno alla Final Four che si disputerà a marzo. «Per noi sarebbe un sogno essere, da neopromosse, fra le prime quattro del nostro girone di campionato. Ci riempirebbe di orgoglio avere l’opportunità di giocare una qualificazione per la Final Four. Siamo ancora lì fra le prime 4 in classifica e, siccome sarebbe bellissimo dare ulteriore risonanza ai nostri sacrifici e al nostro percorso, in queste ultime partite avremo un obiettivo in più ed una serie di stimoli ancora più forti» ha commentato infine la coach Imbriani.

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione