Indietro
menu
Era atteso in primavera

Ex Delfinario, ancora niente bando. Pari (Cetacea): siamo perplessi

In foto: l'ex delfinario di Rimini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 20 nov 2019 12:05 ~ ultimo agg. 14:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il bando per l’ex Delfinario di Rimini era atteso per la tarda primavera ma, al momento, non se ne sa nulla. Un ritardo che mette a rischio il futuro della Fondazione Cetacea che aveva manifestato, insieme al club Nautico, l’intenzione di parteciparvi per fare della struttura ormai degradata di Marina Centro la propria nuova sede. Anche perché la Colonia Bertazzoni di Riccione, dove attualmente risiede la Fondazione, è tra i beni che l’amministrazione della Perla Verde dovrebbe alienare (è in corso una perizia).

Da parte dell’amministrazione riminese c’erano state importanti aperture ma del bando ancora non c’è traccia. E non è andata in porto neppure l’iniziativa che, nell’estate ormai trascorsa, avrebbe permesso alla Fondazione di occupare un piccolo spazio proprio all’ex Delfinario per fare anche da baluardo al degrado della struttura. Dall’amministrazione, da noi contattata, al momento non arrivano commenti. Il presidente della Fondazione Cetacea Sauro Pari, intervenuto oggi sulle pagine del Resto del Carlino, questa mattina ha espresso le sue perplessità anche alla trasmissione di Icaro Tempo Reale spiegando che, a malincuore, “entro dicembre dovremo decidere cosa fare e, se non ci saranno notizie del bando, vaglieremo le aperture che ci sono arrivate dalla zona sud della provincia e non solo.” “Forse si tratta di problemi burocratici – ipotizza – anche perché l’amministrazione era parsa molto contenta della nostra proposta. Però noi non abbiamo tanto tempo. Siamo perplessi.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati