Indietro
giovedì 21 ottobre 2021
menu
Calcio C girone B

Reggio Audace-Rimini, la vigilia del tecnico Renato Cioffi

In foto: Renato Cioffi
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 22 ott 2019 15:55 ~ ultimo agg. 23 ott 21:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’1-1 nel derby con il Cesena il Rimini è atteso dal turno infrasettimanale in casa della Reggio Audace. Si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia, con calcio d’inizio mercoledì alle ore 20:45. Sicuri assenti in casa biancorossa gli squalificati Zamparo (al secondo turno di stop) e Scappi.

La vigilia del tecnico del Rimini, Renato Cioffi.

“La classifica dice che tutte le partite saranno importanti – attacca Cioffi -. Andiamo ad affrontare una squadra che come gioco è tra le più forti e che gioca senza under. Domenica è incappata, dopo nove partite, nella prima sconfitta stagionale. Ha il secondo attacco e la seconda difesa del campionato. E nelle ultime gare ha giocato anche senza la coppia d’attacco Scappini e Marchi. Mi sembra che uno dei due possa recuperare domani, proprio contro di noi. Questa è una squadra bella da vedere, che gioca su un terreno di gioco bello, non come il nostro che non è da calcio ma da rugby. Spero che la mia squadra faccia una bella partita e un risultato importante. Dopo Reggio avremo due partite interne fondamentali (con Fermana e Vis Pesaro, ndr): non voglio portare pressione però devono essere sfruttate al massimo”.

Sui troppi rossi presi dai giocatori biancorossi. “Io sono molto sereno, cerco di non caricare molto le partite come quella di domenica. Se andiamo a vedere tutte le espulsioni sono state sciocche: magari fossero state invece perché siamo andati cattivi sull’avversario per non farci superare. È vero che domenica Scappi è stato ingenuo, ma secondo me è il rosso diretto è stato esagerato”.

È un Rimini che ha speso tanto domenica a livello di energie mentali e fisiche, visto anche l’uomo in meno per due terzi di partita. “Noi purtroppo di energie ne avevamo spese molte già a Fano. In un derby, su un campo su cui si fa una gran fatica a giocare, anche con l’uomo in meno… Se la domanda è se posso cambiare qualcosa nella formazione di domani sera la risposta è sì: ci possono dare una mano i giocatori che hanno riposato. Domenica avremo poi uno scontro diretto, ma domani dobbiamo fare risultato perché ci darebbe autostima e potrebbe innescare quel meccanismo che ci manca dalla quarta giornata. Siccome siamo gli stessi credo che il problema sia a livello mentale e che ci dobbiamo sbloccare con una vittoria importante. Spero sia la giornata giusta per poi iniziare un altro tipo di discorso”.

Cioffi è contento del rendimento dei suoi giovani. “Devo fare i complimenti agli under perché se c’è chi ha sempre messo in campo il massimo impegno e non è stato una delusione sono loro. Vuol dire che stanno crescendo bene, si stanno ritrovando, cosa che nelle prime partite non abbiamo potuto sfruttare”.

In particolare su Oliana. “Dare dei giudizi subito non è bello. Quando l’ho schierato la prima volta, contro il Gubbio, ha sbagliato qualcosa. Veniva da una situazione complicata, non aveva mai giocato. Poi la squadra, che ad un certo punto ha mollato, non lo ha aiutato”.

Sulla mediana più Van Ransbeeck che Montanari. “Domenica Montanari ha corso molto, se devo dire uno in questo momento dico Kenneth”.

Il pari con il Cesena, ribadisce il tecnico, è stato un buon punto. “Io non mi faccio influenzare dai criticoni a prescindere. In ogni città, in ogni squadra, c’è sempre qualcuno a cui qualcosa non va bene. Adesso abbiamo bisogno di un colpo, anche giocando male perché un risultato da tre punti può cambiare il nostro cammino. Domani è una partita difficilissima. Poi il campo deciderà cosa noi siamo stati capaci di fare. Non sono preoccupato, al di là della classifica, cosa che avrei fatto se avessi visto domenica dopo il gol e l’espulsione una squadra sofferente, che subiva l’avversario. Io ho sempre detto che il sistema di gioco vale, ma vale soprattutto come la squadra va in campo. Quando scende in campo e lotta con tutte le forze va bene”.

Assenti i due squalificati Zamparo e Scappi. “Ieri c’è stato uno scontro di gioco tra Petrovic e Picascia, con Picascia che ha subito alcuni punti di sutura. Il giocatore mi ha chiamato comunque per dirmi che sta benissimo. Un giocatore che sta giocando poco e potrebbe approfittare di questa situazione mi dice invece che vuole essere presente, per me questa è tanta roba. Vuol dire che il nostro è un gruppo sano, che può perdere anche delle partite ma che ci tiene. Pari ha un guaio muscolare e Gerardi ha questo problema al tendine che si porta dietro dalla partita di Modena. Valuteremo tutte queste situazioni”.

IL QUADRO COMPLETO DELL’11a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO