Indietro
giovedì 21 ottobre 2021
menu
Calcio Promozione Marche

Gabicce Gradara domenica a Filottrano. Rientra Fabbri

In foto: Fabbri gol
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 ott 2019 12:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica (ore 14,30) il Gabicce Gradara è di scena sul campo della imbattuta Filottranese del confermato mister Marco Giuliodori. Il club, che per un periodo ha accarezzato il sogno del ripescaggio in Eccellenza, è a metà classifica con 8 punti (8 gol fatti e 5 subiti) assieme a Cantiano, Moie Vallesina e Biagio Nazzaro, due punti in più della squadra di Scardovi (9 reti segnate e 12 subite). In quella posizione ci sarebbe potuto essere anche il Gabicce Gradara se solo non avesse scialacquato punti in almeno una delle due partite casalinghe con Biagio Nazzaro e Camerano quando in vantaggio per 2-0 su è fatto rimontare sul 2-2 nel finale.

“Quello è il passato, bisogna guardare avanti. È una partita difficile quella di Filottrano contro una formazione ambiziosa e costruita per salire di categoria dopo il ripescaggio sfumato – spiega il tecnico Massimo Scardovima io sono convinto sulle qualità della mia squadra. Ho rivisto la partita contro l’Urbino e ho trovato conferma al primo giudizio: abbiamo tenuto sempre in mano il pallino del gioco, abbiamo preso un gol su una disattenzione difensiva e trovato poi il pareggio costruendo più azioni pericolose sbagliando anche un rigore. La squadra, specialmente nel secondo tempo, si è espressa bene, sta crescendo. Ci manca ancora quella convinzione nei propri mezzi – e l’ho detto anche ai ragazzi – e quella continuità d’azione che ti fa fare il salto di qualità”.

Prima impressione sul girone?
“È tosto come si sapeva e come è nella tradizione, finora non ho visto squadre che ci hanno messo sotto sul piano del gioco, tutte le partite sono state equilibrate e sono gli episodi spesso a fare la differenza come abbiamo saggiato purtroppo sulla nostra pelle. Il campionato è lungo, la classifica corta, occorre – lo dico per esperienza – avere pazienza. La mia squadra ha dei valori e si farà valere”.

Scardovi, ha saggiato più moduli. Quale il più congeniale?
“Il 4-3-3 è quello che più si addice alle caratteristiche dei miei giocatori e quello che rende la squadra più sicura. Sarà quello più utilizzato”.

Quanto all’infermeria, torna a disposizione l’attaccante Fabbri (nella foto), ancora out i centrocampisti Vaierani e l’under Innocentini.

L’AVVERSARIO. I volti nuovi sono quelli del bomber Luca Moschini (18 reti la scorsa stagione con l’Olimpia Marzocca), l’esperto terzino Davide Belelli, il trequartista Luca Santoni (entrambi dal Chiesanuova), del portiere Federico Fratoni, ex Staffolo, dell’attaccante classe ’99 Alessandro Storoni, ex Tolentino. Rispetto alla scorsa stagione non fanno più parte della rosa Carlo Coppari, Mirco Meschini, Mattia Santoni, Roberto Santinelli, Gianmarco Duranti e Paolo Carnevali.

CONFERMATI. Diversi i riconfermati della passata stagione tra cui Ruben Carboni, Filippo Carnevali, Nicola Cercaci, Carlo Maria Corneli, Francesco Dignani, Matteo Nicoletti Pini, Francesco Romanski, Gabriele Sollitto, a cui si aggiungono gli under Davide Aquili, Diego Nitrati, Riccardo Severini, Andrea Strappini, Alessio Domizio e Matteo Monachesi.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO