domenica 13 ottobre 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 13 ott 2019 00:22 ~ ultimo agg. 00:55
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

È arrivata l’ora del debutto casalingo anche in questa Serie A2 per la Virtus Romagna di Alessandra Imbriani, che arriva alla sfida con la Dorica Torrette dopo aver vinto alla prima giornata con il Civitanova Dream Futsal per 4-2. La Dorica Torrette, le quali domenica scorsa si sono imposte per 5-2 contro il Sassoleone, è una squadra di altissimo livello ed è per questo che possiamo considerare l’impegno di domani (alle 17 al Minipalazzetto di Cesena) come un test che può dire già qualcosa su quella che potrebbe essere la stagione della Virtus. Vero, siamo solo ad inizio campionato, ma impegni di questo livello mettono alla prova non solo il livello fisico e tattico di una formazione, ma anche quello mentale.

Gli stimoli non possono dunque certo mancare, come conferma anche la coach virtussina Imbriani, pronta a questa importantissima partita. «Affrontiamo una squadra di altissimo livello, di grande valore, che ha fatto una campagna acquisti mirata per vincere il campionato o comunque stare nelle primissime posizioni. Per noi sarà una grandissima sfida, da formazione neopromossa siamo estremamente stimolate da questo impegno, dove abbiamo la possibilità di metterci in gioco ad un livello elevatissimo. Con grande rispetto proveremo comunque a fare la nostra partita, perché il nostro obiettivo è quello di fare sempre bella figura».

Per una partita così difficile, sarà anche incredibilmente importante tutto ciò che riguarda l’aspetto preparatorio che porta al fischio d’inizio. Su questo Imbriani ha già le idee ben chiare. «Ci siamo allenate molto bene in settimana, intensamente e siamo pronte per affrontare questa nuova sfida contro una squadra che ha giocatrici di altissimo valore. Sarà la prima giornata in casa del nostro campionato e affrontare così presto un’avversaria di questo livello è fonte di grandissima motivazione. Dirò alle ragazze di giocare con il cuore, ma anche con la testa, provando a fare il minor numero possibile di errori, vista la qualità delle nostre avversarie».

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna