lunedì 19 agosto 2019
menu
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 1.770 visite
gio 18 lug 2019 14:02 ~ ultimo agg. 19 lug 15:42
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.770
Print Friendly, PDF & Email

Il Rimini FC interviene con una nota sull’“assalto” al pulmino di due individui nei pressi dello stadio “Romeo Neri”.

“Nella giornata di ieri il pulmino “Grabo”, il mezzo utilizzato per accompagnare al “Romeo Neri” i tifosi che, per motivi di salute, hanno difficoltà a raggiungere autonomamente l’impianto per assistere alla partita (un servizio totalmente gratuito, nato la scorsa stagione su idea del ministro della Solidarietà del Rimini F. C. Gianni Cancellieri e in collaborazione con l’associazione di volontariato S. Camillo) è stato affiancato, a un semaforo nei pressi dello stadio, da due individui con casco e occhiali da sole.

Questi hanno “consigliato” al conducente di rimuovere dal mezzo il logo “Grabo” dal pulmino onde evitare ritorsioni al mezzo stesso.

Il Rimini F. C, che ritiene l’accaduto un inqualificabile atto di intimidazione e teppismo, un atto intollerabile che non può essere in alcun modo giustificato, ha quindi incaricato l’avvocato Gianluca Brugioni di valutare adeguate e conseguenti iniziative legali volte alla propria tutela.

Un episodio che induce a riflettere e pone seri interrogativi anche, e soprattutto, in vista del prossimo campionato. Rimini è pronta ad affrontare una stagione come quella che stiamo per cominciare? Una stagione densa di partite e sfide avvincenti, alcune delle quali particolarmente sentite dalla tifoseria. Appuntamenti che però, trattandosi pur sempre di partite di calcio, è auspicabile vengano vissuti all’insegna della correttezza e della sportività, dentro e fuori dal campo.

Sergio Cingolani
Ufficio stampa Rimini F. C.”

____________

Questa la nota della società biancorossa, che fa bene a tutelarsi nelle sedi opportune e ad auspicare una stagione “all’insegna della correttezza e della sportività, dentro e fuori dal campo”. Ma la domanda che ci poniamo è: si può fare di un episodio isolato, che non ha avuto alcuna rivendicazione da parte di nessun gruppo della tifoseria biancorossa, l’occasione per aprire una riflessione sulla capacità della città di Rimini di affrontare una stagione “densa” come quella che stiamo per cominciare? La sensazione è che quanto accaduto (pur nella sua gravità perché le intimidazioni sono sempre un atto grave) vada ricondotto all’iniziativa personale di due individui.

I tifosi del Rimini sono reduci da una stagione tormentata sul campo e da un inizio estate ancor più estenuante a livello di vicende societarie, con la perenne incertezza su quello che sarà il futuro della squadra di calcio della città. E hanno fatto bene sindaco e assessore allo Sport a convocare Giorgio Grassi per chiedergli cosa stia succedendo nella società biancorossa, patrimonio di tutta la città. Sicuramente il clima che si respira non è sereno, ma i tifosi biancorossi hanno sempre dato prova, anche nei momenti più difficili, di civiltà e rispetto, soprattutto verso i più deboli.

OGGI LA PRESENTAZIONE DEL SETTORE GIOVANILE

Confermata l’odierna conferenza stampa di presentazione del settore giovanile: appuntamento alle ore 17.30 nella sede di via XX Settembre 122.

Notizie correlate
di Redazione   
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna