mercoledì 22 maggio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 4 minuti
sab 20 apr 2019 20:17 ~ ultimo agg. 20:22
Print Friendly, PDF & Email
4 min
Print Friendly, PDF & Email

Obiettivo raggiunto: l’Emilia-Romagna, con entrambe le selezioni, è dentro le prime quattro di questa edizione 2019 del Trofeo delle Regioni, manifestazione riservata alle rappresentative regionali Under 14 maschile e U15 femminili, in corso di svolgimento nella provincia di Parma e Fiorenzuola d’Arda.

I biancorossi di coach Brochetto hanno sconfitto, dopo un’entusiasmante rimonta finale, la Campania per 75-73 e domani, giorno di Pasqua, sfideranno, in semifinale, la squadra che ha, per ora, impressionato di più e cioè il Veneto. Appuntamento al PalaSalso, alle ore 15, ingresso gratuito. Diretta streaming sulla pagina: www.facebook.com/fip.crer

Molti inferiori i patemi per le nostre Under 15 che hanno demolito, alla distanza, la Campania (64-38 lo score finale). Anche per le ragazze della coach Casadio, la semifinale equivale ad affrontare la testa di serie numero 1 della manifestazione e cioè la Lombardia. Si giocherà a Parma, al PalaCampus, sempre domani, palla a due
ore 16.30.

UNDER 14 MASCHILE
EMILIA ROMAGNA-CAMPANIA 75-73 (25-17; 42-39; 53-62)

Emilia Romagna: Bonfè (Insegnare BK RN), Ramponi (San Giorgio di Piano) 18, Agnesini (Reggiana) 4, Cappiello (Reggiana), Gregori (Junior RA), Ciobanu (Virtus BO) 9, Macaru (insegnare BK RN) 1, Codeluppi (Sorbolo) 2, Galantini (San Giorgio di Piano) 13, Bellini (Junior RA), Franceschi (Virtus BO) 28, Caramella (Artusiana Forlimpopoli). All. Brochetto.

Campania: Aprea, Sauro 5, Pisapia 15, Rossano 7, Spinelli, Rizzo 7, Morvillo 11, Sinagra, Improta, Di Laora, Morabito, Riccardo 28. All. Carrozzo.

Pochi sport possono regalare le emozioni (e le lacrime) come la pallacanestro. L’Emilia-Romagna sconfigge, al fotofinish, la Campania, al termine di una gara vissuta spesso di rincorsa e che, ai punti, avrebbero meritato di vincere i ragazzi di coach Carrozzo. Lo sport è crudele e, quindi, biancorossi in semifinale e bianconeri nel “purgatorio” delle finali 5°-8°. Se Franceschi è il top scorer, il predestinato, l’hombre del partido è Ramponi, 18 punti, 14 negli ultimi dieci minuti ed il 2/2 dalla lunetta decisivo, a 18” dal gong. Per gli sconfitti, standing ovation per Riccardo, 28 punti, tanta concretezza e le lacrime per quei liberi sbagliati (troppi) che, forse, sono
costati la partita alla sua squadra.
L’Emilia Romagna iniziava meglio degli avversari la partita, grazie alla buona verve offensiva di Ciobanu (9 punti nei primi cinque minuti). Dal 14-5 del 5’, si passava al 19-15 dell’8’, con Pisapia che era una vera spina nel fianco dei padroni di casa. Era Franceschi a mettersi in evidenza con alcuni liberi e la tripla con la quale si chiudeva la prima frazione (25-17). Franceschi proseguiva nel suo show nel secondo quarto ed i biancorossi toccavano il massimo vantaggio, 36-17, al 13’, con un canestro di Agnesini. I problemi di falli di Franceschi (3 al 17’), però, uniti alla brillantezza di Rossano e alla concretezza, sotto i tabelloni, di Riccardo, cambiavano volto al match, tanto che all’intervallo lungo, il vantaggio dell’Emilia Romagna si era decisamente ridotto (42-39). Sull’onda lunga emotiva, gli ospiti prima impattavano a quota 49 con un libero di Sauro e poi mettevano la testa avanti con una tripla del pivot Riccardo (51-52 al 26’). I ragazzi di Brochetto si smarrivano azione dopo azione, mentre la Campania cresceva tanto da salire a +9 (53-62, canestro di Riccardo su rimbalzo d’attacco) sula terza sirena. Sul 53-66, al 32’, sembrava finita, ma la difesa dei padroni di casa saliva di tono e si arrivava sul 65-68 al 38’. La Campania reagiva (66-72), ma, una clamorosa palla persa, costava il gioco da 3 punti del pareggio, di Franceschi, a -35”. Un fallo, sanzionato contro il team ospite, portava Ramponi in lunetta a -18”. Time out, ma il play era glaciale: 2/2 e ultimo possesso per i campani che fallivano la conclusione del possibile tempo supplementare.

UNDER 15 FEMMINILE
EMILIA ROMAGNA-CAMPANIA 64-38 (14-15; 35-25; 48-33)

Emilia Romagna: Palmieri (Piumazzo) 6, Cappellotto (Bsl San Lazzaro) 12, Musiari (Cus Parma) 4, Ferrari (Valtarese 2000) 4, Roveroni (Bsl San Lazzaro) 4, Nonni (Val d’Arda Fiorenzuola), Razzoli (Vico Basket) 5, Calanca (Academy Mirabello) 2, Colli (Bsl San Lazzaro) 5, Quagnese (Calendasco), Meglioli (Boiardo) 7, Zanetti (Bsl San Lazzaro) 15. All. Casadio.

Campania: Puzio 4, D’Ambrosio 6, Monda 2, Manna, Manganiello 1, Sbailò 9, Chiovato 2, Chiapperino, Pragliola 8, Pepe 4, Festinese, Santoli. All. Massaro.

L’Emilia Romagna va in semifinale, vincendo ai quarti contro una Campania molto aggressiva, fisica, ma che non riesce mai a spaventare per davvero le ragazze della coach Casadio che, nel secondo quarto, con un parzialone, vanno in vantaggio e lo consolidano fino alla sirena finale. Le ragazze di coach Massaro, invece, non riescono mai ad entrare davvero in partita per ribaltare il parziale emilianoromagnolo del secondo quarto, che di fatto, spacca la partita a favore delle biancorosse. La formazione di casa parte forte con l’appoggio al vetro di Ferrari e il 2/2 dalla lunetta di Mengoli. La squadra ospite risponde con due canestri consecutivi rispettivamente di Pragliola e Sbailò. Inizio di gara molto intenso da parte di entrambe le formazioni in campo, ma le campane, mettono più grinta a rimbalzo e vanno +2, costringendo coach Casadio al time out, non contenta dell’atteggiamento difensivo della propria squadra. Al 6’ la Campania conduce 8-11. Razzoli con un bellissimo crossover, penetrando, realizza il +1 al 9’ costringendo coach Massaro al time out. Il primo periodo si conclude con le ospiti che conducono 14-15. La seconda frazione di gioco si apre con la bomba dall’arco di D’Ambrosio che porta a +4 la Campania. La squadra di casa reagisce con Zanetti e Palmieri, che segnano due canestri fondamentali nel pitturato per il pareggio al 12’. È un secondo periodo molto combattuto e molto intenso che vede le due squadre in campo ancora in parità al 16’. Il mini parziale firmato Zanetti e Cappellotto porta le ragazze emiliane sul 29-23 al 18’, obbligando il coach avversario ad un’altra sospensione del gioco. Le ragazze della coach Casadio allargano il punteggio fino al +10, sul 35-25, quando suona la sirena dell’intervallo. Alla ripresa, le formazioni in campo faticano a segnare, le percentuali si abbassano e l’Emilia Romagna sale sul 39-26 al 23’. Nel finale del terzo quarto, le emiliane sono in controllo e toccano il +15 al 27’, sul 44-29. Nell’ ultimo periodo Roveroni, con quattro punti consecutivi, allontana ancora di più la formazione di coach Casadio, siglando il +18 al 33’. La squadra di casa, nel finale, non solo gestisce il vantaggio, ma riesce anche ad aumentare il gap, chiudendo sul 64-38.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna