Indietro
martedì 2 marzo 2021
menu
Calcio C girone B

Rimini-Vis Pesaro, la vigilia di Leonardo Acori

In foto: Leonardo Acori prima di Rimini-Vis Pesaro
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
ven 21 dic 2018 12:55 ~ ultimo agg. 22 dic 21:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la sconfitta di San Benedetto del Tronto il Rimini torna nel suo fortino. Al “Romeo Neri” arriva la Vis Pesaro per un derby romagnolo-marchigiano molto sentito dai tifosi delle due squadre. La Vis “sampdoriana” è quarta in classifica, a braccetto con la Ternana (che però ha una partita in meno) con 27 punti, sei in più dei ragazzi di Acori (a quota 21), ed è reduce da due 0-0 a Fano e in casa con il Teramo.

In casa biancorossa Alimi torna a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica, Bandini ha recuperato dal problema fisico. Dovrà invece guardare i compagni dalla tribuna perché appiedato dal giudice sportivo Venturini.

La vigilia del tecnico del Rimini, Leonardo Acori.
[fvplayer id=”23″]

“Noi dobbiamo far tutto perché sia una bella giornata – attacca Acori -. È un derby molto sentito perché io in città sento che tantissimi verranno a vedere la partita e per noi è una gara molto importante contro una Vis Pesaro che sta andando bene. Pesaro è una squadra veloce davanti, che ha giocatori bravi davanti come Diop e Olcese; è una squadra che gioca bene a calcio, fa un 3-4-3 molto importante, Colucci è un allenatore molto preparato e lo ha dimostrato anche e specialmente a Pordenone”.

Come stanno i biancorossi? “La squadra sta bene, io ho visto netti miglioramenti a San Benedetto rispetto alle altre trasferte: abbiamo giocato bene nel primo tempo e perso per un episodio in cui saremmo dovuti essere più pronti e secondo me non avremmo dovuto applicare il fuorigioco. Però la squadra ha fatto un’ottima partita”.

Su Simoncelli esterno basso. “Ho cercato di copiare la Roma con Florenzi, con tre più bloccati e Florenzi a tutta fascia – sorride il tecnico del Rimini -. Simoncelli ha una corsa importante, è uno resistente. Nel 3-5-2 i quinti sono abituati a fare tutta la fascia. Poi è tatticamente preparato e ha fatto una buona gara. Domani rientrerà Bandini e devo decidere chi giocherà tra Simoncelli e Bandini da terzino destro. Potrebbero giocare anche entrambi, con Simoncelli più avanti. Nelle altre parti del campo grosso modo la squadra è quella. A centrocampo rientra Alimi dalla squalifica”.

Sulle tre partite che si giocheranno prima della fine del 2018. “La squadra deve essere convinta dei propri mezzi. Dobbiamo fare una partita di grandissima intensità. Devo fare anche un po’ di turnover perché si gioca il 26 e si gioca il 30. Devo decidere chi far riposare per la prossima partita. Io comunque guardo sempre la partita più vicina che dobbiamo fare, non mi pongo traguardi di 3-4 partite. Adesso c’è la partita con la Vis Pesaro, che è una gara importante per noi che ci può dare ancora più autostima: la squadra deve avere più coscienza che può fare meglio, in casa sta facendo bene, fuori casa dobbiamo migliorarci. Ripeto: a San Benedetto ho visto una squadra più propositiva, e lì bisogna intervenire per giocare un calcio migliore anche in casa”.

Sulla trasferta sul campo del Renate del 26 dicembre. “A me sembra eccessiva questa cosa per la serie C: non credo che a Meda il 26 dicembre alle 14:30 ci sarà tanta gente, lo spero ma non lo credo. Però hanno fatto questo cambiamento. Io mi auguro che negli stadi ci siano più spettatori, e che questo possa aiutare le società, però ho i miei dubbi. In serie A è diverso perché la partita è anche spettacolo, intrattenimento, in C mi sembra una cosa forzata. Partiremo il 25 pomeriggio. C’è anche altra gente che lavora: gli alberghi lavorano, i ristoranti lavorano, i bar lavorano… Noi che facciamo una cosa che è la nostra passione faremo il 25 in pullman per andare in trasferta”.

In un’intervista rilasciata a un quotidiano locale il direttore sportivo della Vis Pesaro, Claudio Crespini, ha detto di aspettarsi una partita in cui la Vis farà il gioco ed il Rimini agirà di rimessa. “Se Crespini sa già tutto beato Crespini! Io mi auguro che anche noi possiamo avere in mano il gioco e fare un buon possesso palla. Poi, se il Pesaro sarà più bravo ci difenderemo di più e faremo un gol in contropiede. La Vis Pesaro ha preso solo 11 gol, è la miglior difesa con la Ternana, ha giocatori forti. La Sampdoria gli ha dato 10 ragazzi tra giovani e gente che era in C a giocare, e l’allenatore è bravo. Però noi metteremo grande voglia, grinta, determinazione perché è una partita troppo importante: è un derby molto sentito, è una partita che per la classifica è molto importante. E purtroppo se non prendi punti fuori casa in casa devi cercare di prendere il massimo, così solo puoi ammortizzare un po’ il gap”.

Acori non è convinto che 40 punti possano bastare quest’anno per centrare la salvezza. “Qualche anno la salvezza è stata anche a 42. Noi dobbiamo girare a un buon punteggio. Pensiamo a fare bene, ad essere ottimisti. La cosa che vedo con molto piacere è che c’è una cultura del lavoro importante: i miei sono ragazzi che lavorano tanto e si impegnano al massimo. E questa è una base per fare risultati”.

Chiusura con il meteo. “Speriamo anche che domani sia una giornata un po’ più calda”.

LA 18a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA

________________________________________

Quest’anno la trasmissione di Icaro Sport “Calcio.Basket”, in diretta tutti i lunedì di campionato dalle 19:35 alle 23:00 su Icaro TV (canale 91) e in streaming su icaro.tv e pagina Facebook Icaro Sport, premierà il gol più bello del Rimini FC nella stagione del ritorno in serie C.

L’iniziativa è in collaborazione con Nuova Ricerca, sponsor della trasmissione.

Vota il gol più bello:

Visualizza risultati

Loading ... Loading ...
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
FOTO