Indietro
venerdì 5 marzo 2021
menu
Basket D

La Dany Riccione fa leva sui giovani e la spunta nel finale con Pianoro

In foto: La Dany Dolphins Riccione 2018/2019
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 17 dic 2018 16:05 ~ ultimo agg. 16:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

DANY DOLPHINS RICCIONE-PALL. PIANORO 73-72

IL TABELLINO
DANY RICCIONE: Diagne 10, Medde 6, Pierucci 13, Puzalkov ne, Amadori 15, Chistè 2, Vandi 8, Adduocchio ne, Mazzotti 12, Buscherini ne, Stefani 7. All. Ferro.

PIANORO: Tosiani 12, Verardi 23, Bonazzi, Ricci 18, Selleri 8, Stefani, Bacchini 1, Grandi 5, NIcoletti 5. All. Fasone.

ARBITRI: Pasetti di Argenta e Cascioli di Carpi.

Parziali: 21-16, 43-28, 50-44.

CRONACA E COMMENTO
Con un finale thrilling, la Dany Riccione batte la Pallacanestro Pianoro (73-72) conquistando la terza vittoria in campionato e interrompendo una serie di 4 sconfitte consecutive. Una partita dai due volti quella giocata alla palestra di via Forlimpopoli dai ragazzi di coach Maurizio Ferro, devastanti nel primo tempo chiuso avanti di 15 lunghezze, ma poi costretti a subire il ritorno degli emiliani fino all’elettrizzante finale punto a punto. Il denominatore comune di tutti i 40 minuti è comunque la voglia matta dei Dolphins di tornare a quel successo che mancava dal referto rosa strappato al Budrio ormai un mese orsono. Partenza convinta, +5 alla prima sirena (21-16) ma è nel secondo periodo che la Dany sembra fare il vuoto decisivo. I biancazzurri giocano di squadra (alla fine andranno in quattro in doppia cifra tra i marcatori), piazzano un parziale di 22-12 e vanno al riposo sul +15.

Al ritorno in campo però si fa luce tra gli ospiti Verardi che trascina i suoi alla rimonta. Il Pianoro si avvicina sul -6 alla terza sirena e così l’ultimo quarto si gioca a stretto contatto. Nel finale contano i nervi saldi, Marco Amadori ne ha da vendere, la sua mano dalla lunetta non trema (6/6 ai liberi nel finale) e i Dolphins possono festeggiare il terzo hurrà stagionale, meritatissimo, che vale l’aggancio in classifica alla Curti Imola. Anche perché nel finale a tre secondi dalla sirena Ricci del Pianoro, dopo aver fatto 4 su 4 da tre punti, spara l’ultima preghiera, ma la palla entra ed esce dal canestro. Ben 42 i punti firmati dagli Under della Dany: 13 Pierucci (2000), 10 Diagne (2002), 12 Mazzotti (2003) e 7 Stefani (2003).

Mvp dell’incontro Amadori che mette 15 punti e tira giù ben 10 rimbalzi (di cui 5 in attacco), note di merito anche per Pierucci che piazza un bel 3/6 dalla lunga e Mazzotti (5/10 dal campo e 4 recuperi) e per Alberto Stefani (15 anni e quasi 2 metri d’altezza) che alla sua seconda gara con la D mette 7 punti, numerosi rimbalzi e molta autorità sotto canestro nonostante abbia 15 anni lui è un’altra perla del ns settore giovanile.

Sabato (ore 21) si torna in campo per il turno pre-natalizio a Ferrara contro la terza della classe.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Icaro Sport