Rimini-Pordenone, la vigilia del tecnico Gian Luca Righetti

CalcioRimini Sport

29 settembre 2018, 11:54

vicenza

in foto: Gian Luca Righetti

Terza big di fila per il Rimini, che dopo aver battuto all’esordio la Triestina (2-1) e pareggiato nel turno infrasettimanale a Vicenza (1-1) ospiterà al “Romeo Neri” il Pordenone, a punteggio pieno (9 punti) dopo le prime tre giornate, grazie alle vittorie sull’Alma Juventus Fano (2-1), sul campo dell’Albinoleffe (2-1) e sulla Virtus Vecomp Verona (1-0). Calcio d’inizio domenica alle 14:30.

LA 4A GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B

La vigilia del tecnico dei biancorossi, Gian Luca Righetti.

Icaro Sport. Rimini-Pordenone, il pregara di Gian Luca Righetti

    “Io ho detto a inizio anno che ci sarebbero state 6-7 squadre che si sarebbero giocate la vittoria del campionato – attacca Righetti -. Due sono quelle che abbiamo affrontato (Triestina e Vicenza, ndr), una è il Pordenone, che affrontiamo domani, poi il Monza, che con l’avvento di Berlusconi è candidata ancora di più a vincere, il Feralpisalò. Se la Ternana viene riammessa secondo me è la favorita numero uno. Ma anche la Sambenedettese, lo stesso Sudtirol. Sono loro che si giocheranno la vittoria ed i play off. Per il momento la squadra sta bene, ha dimostrato di potersela giocare, e speriamo domani di proseguire e fare bene contro questa squadra che è davvero forte e ha fatto tre vittorie in altrettante partite, in alcuni casi soffrendo, come con l’Albinoleffe, andando sotto e riuscendo a ribaltare il risultato. È preparata per stare lì davanti. Noi vogliamo continuare questo trend positivo, poi finalmente riusciremo a fare una settimana di allenamento perché ci sta mancando. Prima non si giocava mai, adesso si gioca anche troppo. Abbiamo bisogno di una settimana tipo”.

    Ancora sull’avversario: “Il Pordenone gioca con un 4-3-1-2, tutti giocatori esperti, che hanno fatto categorie superiori, hanno gamba, vanno molto al tiro, vedono la porta. Hanno tante qualità in vari aspetti. Dobbiamo essere bravi noi a fargli male se capiterà l’opportunità. Sarà una partita molto aperta e bella da vedere”.

    Questa volta ci sarà un po’ di turnover. “Fisicamente stiamo bene, cambierò 3-4 giocatori per dare un po’ di respiro a chi ha giocato finora, cambierò un uomo per ruolo”.

    Due gli acciaccati in casa Rimini: “Serafino è sempre infortunato alla caviglia, e Marchetti è fermo per una fascite plantare. Gli altri stanno tutti bene”.

    Si gioca al “Romeo Neri”, davanti al pubblico amico. “Noi siamo contenti di giocare a casa, questo è il nostro fortino. Voglio ringraziare la gente, che ci ha sostenuto anche a Vicenza. Vedere i nostri tifosi lì per noi è stato motivo di orgoglio. Speriamo domani ci diano una mano ancora di più per far sì che la squadra continui questo momento magico per questa avventura in Lega Pro”.

    A Vicenza, nel primo tempo, si è visto un Rimini un po’ timido. “Possono essere tante le cose. C’erano 10mila persone, fino all’anno scorso giocavamo davanti a 350 persone e 300 erano nostri tifosi. Adesso vai in stadi dove ci sono 8-10mila persone. I primi 20 minuti del primo tempo abbiamo sofferto molto. Poi siamo stati bravi a riprenderci. Nella ripresa, a parte cinque minuti all’inizio, secondo me abbiamo fatto molto meglio noi di loro”.

    Per cosa firmerebbe? “Firmerei per una bella partita che diverta la gente, con la gente che vada a casa contenta perché la squadra ha dato il 110%”.

    Roberto Bonfantini

    Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

    © Riproduzione riservata

    Rimani aggiornato!

    Iscriviti alla newsletter giornaliera

    Sottoscrivi i nostri Feed

    Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

    © Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
    P.IVA 01310450406
    “newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454