mercoledì 16 ottobre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
dom 16 set 2018 12:27 ~ ultimo agg. 17 set 08:49
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

È scattato il rinvio a giudizio per il turista russo che la sera del 9 agosto del 2016 ebbe una discussione con un commerciante 74enne di Marebello, Serafino Sammarini, dopo la quale quest’ultimo morì. Per lui l’accusa, riporta il Resto del Carlino, è quella di omicidio preterintenzionale.

Il diverbio era scoppiato perché la moglie del turista fotografava e apriva le scatole di profumi che si trovavano sugli scaffali del negozio di viale Regina Margherita. Il negoziante invitò la signora a smettere e tra i due si frappose il marito. I due uomini iniziarono allora una vivace litigata, proseguita fuori dall’esercizio, e nella concitazione il 74enne cadde a terra battendo la testa. In un primo momento non sembrarono esserci conseguenze poi però il commerciante ebbe un malore e morì durante il trasporto all’ospedale Infermi.

 

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna