Indietro
menu
Politica Rimini

Debutta il nuovo consiglio. Sara Donati presidente al secondo voto

In foto: il nuovo Consiglio
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 5 lug 2016 18:47 ~ ultimo agg. 6 lug 15:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 2.353
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_sf29n1os” width=”400″ height=”175″ /]

Si è aperta alle 18 la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale di Rimini. tutti presenti i 32 consiglieri, con diverse facce nuove ma anche veterani. Prima del voto per il presidente del Consiglio Comunale, sono stati ufficializzati i capigruppo. Per quanto riguarda i gruppi con più di un consigliere, si tratta di Enrico Piccari per il PD, Mario Erbetta per Patto Civico, Luigi Camporesi per Obiettivo Civico, Marzio Pecci per la Lega Nord. Carlo Rufo Spina per Forza Italia. A questi si aggiungono Luca Pasini (Futura con Gnassi), Kristian Gianfreda (Rimini Attiva), Mauro Gennaro (Uniti si vince); Gioenzo Renzi (Fratelli d’Italia).

Poi le prime frecciate. Gennaro Mauro (Uniti si vince) chiede un nuovo presidente del Consiglio che sia finalmente super partes; Enrico Piccari, ufficializzando il nome di Sara Donati, risponde che la campagna elettorale è finita.

Nella prima votazione 21 voti per Sara Donati, 12 per Nicola Marcello: servivano i due terzi, si va alla seconda votazione. Ma dopo la prima votazione i capigruppo dell’opposizione spiegano che, come segno di fiducia verso Sara Donati nel suo saper svolgere un ruolo di garanzia, sosterranno la sua candidatura nella seconda votazione. E così Sara Donati è eletta con 31 voti, uno per Nicola Marcello e una scheda bianca. Dopo avere preso il posto di Juri Magrini, che aveva presieduto la seduta come consigliere anziano, la Donati ha letto il suo discorso di insediamento partendo dalle necessità di sostenere i cittadini riminesi. Si passa così all’elezione del vicepresidente: tutti concordi per Nicola Marcello che viene eletto con tutti i 33 voti disponibili (consiglieri e sindaco).