Indietro
giovedì 29 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Calcio a 5. Rimini-Young Line 1-3

In foto: Fabio Belloni
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 30 gen 2016 20:15 ~ ultimo agg. 20:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

CALCIO A 5. RIMINI-YOUNG LINE 1-3

IL TABELLINO
YOUNG LINE: Aprili, Impagnatello, Trerè, Frau, Menghetti, Longari, Nobili, Liverani, Licciardelli, Lippolis, Palladino, Neri. All.: Santoro.

RIMINI: Ciappini, Barducci, Belloni, Faedi, Moroni, Gasperoni, Toscano, Carta, Marani, Galasso, Pasqualini, Lari. All.: Germondari.

ARBITRI: Bianchi di Cesena e Oliani di Ferrara.

RETI: 5′ pt, 6′ pt Menghetti, 19′ Belloni, 5′ st Ricciardelli.

CRONACA E COMMENTO
Perdere contro lo Young Line poteva essere messo in conto. In questa maniera, molto meno. Perché al Rimini mancano come sempre dei gol (e questa non è una novità, basti pensare al doppio legno di Toscano), oggi anche due rigori netti, uno per tempo, non segnalati dall’arbitro. Se poi aggiungiamo due regali clamorosi dei biancorossi in occasione delle reti subite, allora la frittata è presto pronta.

Gli aspetti positivi sono quelli di una squadra assolutamente viva e sempre in partita, ma soprattutto ancora vicina alla salvezza diretta, anche se non si potrà assolutamente sbagliare il derby di martedì 9 febbraio a Ravenna, autentica finale.

Mister Germondari alla vigilia aveva chiesto attenzione ma al pronti­ via il Rimini si lascia sorprendere: al 5′ Belloni perde incredibilmente palla e Menghetti supera Ciappini in uscita. Un minuto di lancette e a Menghetti non sembra vero il buco di Gasperoni che gli permette di ricevere indisturbato dalla sinistra e insaccare per il 2­0. Il Rimini reagisce con la grinta di Toscano, la sue sventole si stampano sul palo al 10′ e al 17′: clamoroso. Al 19′ Belloni si fa perdonare con un coast to coast e conclusione a rete di punta. I biancorossi si spingono in avanti e al 24′ lo scatenato Belloni non riesce a inquadrare lo specchio, poi al 27′ clamoroso rigore non concesso al Rimini e nel finale Toscano va vicino al pari, al 29′ il palo di Ricciardelli salva i padroni di casa. Nella ripresa ennesimo avvio distratto e lo Young Line ne approfitta grazie a un’amnesia difensiva, Ricciardelli cala il tris (5′). Per assistere a occasioni degne di nota in casa biancorossa si passa al 23′ ma Barducci perde il tempo per concludere, poco dopo il centrale è bravissimo a sventare un contropiede imolese. Il finale è infuocato, al 29′ Pasqualini serve Belloni che però arriva in ritardo, un minuto più tardi Moroni viene steso in area (strappo della maglia compresa) ma gli arbitri lasciano incredibilmente proseguire e così anche Germondari perde le staffe e viene allontanato. Finisce 3­1 per lo Young Line: il Rimini vede crollare anche l’imbattibilità al Flaminio ma non le speranze di salvezza.

Il commento di mister Davide Germondari non può che essere amaro. “Mi dispiace perché nel finale l’arbitro mi ha espulso per proteste, ma ci mancano due rigori per due falli evidenti, già facciamo fatica a far gol e questo non aiuta. Nei primi dieci minuti, nonostante mi fossi raccomandato, l’atteggiamento è stato sbagliato, poi è scattata la reazione e il primo tempo poteva pure chiudersi sul pari. Nel secondo tempo abbiamo provato ad andarli a prendere, ma non è stata una prova bellissima. Ce la siamo giocata come sempre, ma è inconcepibile regalare due gol del genere a una squadra così forte”.

Luca Filippi
Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini

Notizie correlate
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini