Indietro
giovedì 29 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Bakery Piacenza-NTS Crabs Rimini 82-75

In foto: Stefano Crotta, top scorer biancorosso
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 31 gen 2016 10:02 ~ ultimo agg. 1 feb 12:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

BAKERY PIACENZA-NTS CRABS RIMINI 82-75 (19/14 – 19/18 – 17/18 – 27/25)

IL TABELLINO
BAKERY PIACENZA: Gasparin 17 (4/6-1/4); Soragna 7 (1/1-0/2); Infante 14 (5/8-0/0); Dordei 5 (2/7-0/0); Magrini 16 (0/2-4/11); Samoggia 20 (5/5-2/4); Meschino NE; Nicoletti NE; Cuccarese 3 (0/1-1/4); Fin: 0 (0/0-0/1).

NTS CRABS RIMINI: Perez 13 (5/11-1/3); Meluzzi 0 (0/0-0/3); Panzini 7 (2/5-1/4); Sirakov 10 (0/3-2/5); Tassinari 0 (0/0-0/2); Chiera 10 (2/5-0/2); Foiera 9 (3/5-1/1); Balic NE; Crotta 16 (7/9-0/0); Romano 10 (2/3-1/3).

NOTE. Tiri da 2: RIMINI 21/41 – PIACENZA 17/30; Tiri da 3: RIMINI 6/23 – PIACENZA 8/26: Liberi: RIMINI 15/22 – PIACENZA 24/29; Rimbalzi: RIMINI 25 – PIACENZA 44; Perse/recuperate: RIMINI 2/6 – PIACENZA 14/1; Assist: RIMINI 9 – PIACENZA 14.

CRONACA E TABELLINO
Il primo centro lo mette Crotta, nelle ultime tornate vincenti il 2/0 è sempre stato suo e sembra quasi vero visto che per molti minuti stiamo davanti grazie a Perez prima dell’accelerazione piacentina, ma Rimini c’è e Sirakov la riporta in equilibrio. La fatica è tanta e servono molti falli ai riminesi per contenere Piacenza che ha una caratura pesante e sulla sirena scappa con una tripla dalla lunga. Si chiude 19-14.

Piacenza picchia duro anche all’inizio del secondo quarto e Rimini trova in Foiera la reazione necessaria a tenere l’equilibrio, stavolta è Piacenza ad arrancare ed inciampare nei falli, Rimini trova il pari ma a due bombe piacentine, la seconda di Magrini sulla sirena ristabiliscono la gerarchia di classifica sul 38-32.

Dopo la pausa non cambia la musica, Crotta prova l’avvicinamento ma Piacenza trova facilmente il +10 e ricomincia la rincorsa. Rimini tesse la sua tela e caparbiamente si riavvicina ancora e più di una volta, tutti si dannano ed il -3 è una realtà concreta. In questi quarto è Romano il più presente nel tabellino, ma gli altri biancorossi in campo non sono da meno. Ancora Magrini firma il +5 con 2 liberi il 55-50.

Ultimo giro e Piacenza riparte, ma Rimini risponde con 3/3 liberi di Sirakov. Si segna poco e Piacenza tenta l’ennesimo allungo trovando l’antisportivo di Foiera e sembra la volta buona: +10 a 7:05 dalla fine e serve il timeout di Bernardi. La strigliata funziona ed il duo Perez-Chiera risponde ma per poco, ne serve un secondo che ha meno effetto. I falli fioccano da entrambe le parti, la fatica si sente e Rimini non molla ed obbliga Piacenza al timeout utile al nuovo +10. Piacenza sembra averne di più. L’ultimo ad arrendersi è Crotta ma gli emiliani sono oramai lontani. Finisce 82-75.

Non abbiamo mai mollato, ma Piacenza ha tirato meglio e preso più rimbalzi. Due ottimi motivi per vincere.

Daniele Bacchi

LA NOTA DEL BASKET RIMINI CRABS
Non riesce alla NTS l’impresa: dopo aver messo in fila tre successi, battendo oltre al fanalino di coda Trecate anche due formazioni di alta classifica come Piombino e Cecina, i biancorossi cadono a Piacenza contro la Bakery per 82-75. Non è bastata la buona prova di squadra, con cinque giocatori in doppia cifra: gli emiliani sono stati quasi sempre in controllo, nonostante i tanti tentativi dei Crabs, che alla fine hanno dovuto alzare bandiera bianca, ma che comunque tornano a casa con la consapevolezza di potersela giocare anche contro squadre di prima fascia.

L’avvio è a tinte biancorosse, con Perez a firmare il 2-6 del 3’, ma Piacenza sorpassa con la tripla di Magrini per poi allungare sul 11-8 grazie all’ex Gasparin: la Bakery vuole mantenere il comando delle operazioni, dall’altra parte però Rimini non sta a guardare e, dopo essere scivolata a -7 risale la china e impatta a quota 23 grazie alla tripla di Sirakov. Piacenza risponde immediatamente con Cuccarese e Samoggia, per poi riallungare sul 33-26 del 15’: la NTS reagisce nuovamente e appoggiandosi al veterano Foiera torna in partita con 5 punti in fila del centro biancorosso che valgono il -1 a 2’ dalla fine del secondo periodo, che si chiude sul 38-32 grazie alla tripla a fil di sirena di Magrini.
I padroni di casa provano nuovamente la fuga e allungano con Infante e Gasparin sul +10, ma la NTS non perde la testa e ritorna a contatto dopo il cesto di Chiera (46-42 al 26’): è un continuo botta e risposta, ad ogni tentativo di Rimini di rientrare in partita, gli emiliani rispondono
immediatamente e ricacciano indietro i granchi, che però si riavvicinano ancora una volta sul -3
grazie a Crotta, prima che Magrini chiuda il terzo quarto sul 55-50. Negli ultimi decisivi 10’, la
Bakery prova a dare l’allungo decisivo e scappa sul +10, Rimini adesso fatica a rientrare a tiro,
l’ultimo squillo è di Panzini che fa 70-64 a 3’ dalla fine: la NTS non ne ha più per provare a riaprire nuovamente la gara, vince Piacenza 82-75.

Notizie correlate
di Andrea Turchini   
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini