Indietro
menu
Attualità Rimini

Col divorzio "abbreviato" in Comune niente più tribunale

In foto: Repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 27 dic 2014 07:39 ~ ultimo agg. 26 dic 22:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Porre fine a un matrimonio diventa sempre più semplice. Anche a Rimini c’è la possibilità degli accordi di separazione o scioglimento del matrimonio davanti all’ufficiale dello stato civile. Sono già tre le coppie riminesi che hanno richiesto di avvalersi della possibilità di concludere davanti al Sindaco, quale ufficiale dello stato civile, un accordo di separazione personale ovvero di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. Possibilità introdotte dalle “Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione” entrate in vigore col decreto legge 132 del 12 settembre scorso.

Le coppie riminesi che intendono separarsi o divorziare in modo consenziente non dovranno più recarsi in Tribunale, ma potranno effettuare le operazioni direttamente negli uffici
comunali di Stato civile abbreviando i tempi e risparmiando in spese legali.

Con le nuova norme in caso di divorzio- spiega l?Amministrazione Comunale –  è possibile per i coniugi che intendano separarsi o divorziare consensualmente negoziare tra di loro un accordo con l’assistenza di almeno un legale per parte o, se sussistono determinate condizioni, sottoscrivere tra di loro un accordo di separazione o di divorzio innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile.

Sia l’accordo raggiunto a seguito di negoziazione assistita da avvocati, sia l’accordo sottoscritto innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile sono equiparati ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini