Indietro
martedì 27 luglio 2021
menu
Icaro Sport

Inaugurata questa mattina la 2a edizione di Sports days

di    
Tempo di lettura lettura: 7 minuti
ven 26 ott 2012 14:18 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 7 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Davanti ad un folto pubblico di autorità, sportivi, ma anche giornalisti, fotografi e cineoperatori, questa mattina a Rimini Fiera è stata inaugurata la seconda edizione di SPORTS DAYS, la manifestazione organizzata da CONI Servizi e Rimini Fiera in collaborazione con ANG, Agenzia nazionale per i Giovani – si legge in una nota -. Fino a domenica offrirà al mondo dello sport italiano e ad ogni visitatore la possibilità di incontrarsi in un unico contesto e confrontarsi sulle novità, i programmi e le iniziative della stagione sportiva.

Al taglio del nastro sono intervenuti il Segretario Generale del CONI, nonché Amministratore Delegato di CONI Servizi S.p.A., Raffaele Pagnozzi, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo Di Caro e il Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. Hanno presenziato Jessica Rossi e Massimo Fabbrizi, rispettivamente oro nel trap ed argento nella fossa olimpica ai Giochi Olimpici di Londra 2012; Oscar De Pellegrin, portabandiera della delegazione italiana alle Paralimpiadi di Londra 2012 e vincitore della medaglia d’oro nel tiro con l’arco categoria W1/W2 ed Arrigo Sacchi, coordinatore delle nazionali giovanili azzurre della Federcalcio.

Presenti numerosi presidenti delle Federazioni Sportive Nazionali, degli Enti di Promozione Sportiva, delle Discipline Sportive Associate e delle Associazioni Benemerite.

Ha esordito portando il saluto della città il sindaco Gnassi: “Siamo all’interno di una moderna e attiva infrastruttura, la fiera di Rimini appunto, che può essere esempio e stimolo alla crescita del Paese, così come lo sport può rigenerare le speranze della nostra Italia. In una terra vocata all’ospitalità e alla socialità come questa, lo sport trova terreno fecondo per rilanciare i suoi messaggi aggreganti e di crescita, di salute e sicurezza, così importanti per migliorare la vita e riqualificare le nostre città”.

Il presidente di Rimini Fiera, Cagnoni, ha ricordato: “Ci sono le premesse per una grande edizione. In fiera presentiamo 14 padiglioni interamente occupati, 140mila metri quadrati di superficie espositiva (tra indoor e outdoor), 64 Organismi Sportivi, 10.000 atleti in gara, tutte le novità del mondo dello sport, con 80 eventi indoor e outdoor, gare, dimostrazioni alla presenza dei campioni degli sport olimpici e non, 40 convegni e tre nuove sezioni tematiche: il 1° Salone Professionale dell’Impiantistica Sportiva, un’area dedicata al Turismo Sportivo ed una focalizzata sull’abbigliamento tecnico per lo sport”.

Il Segretario Generale del CONI, Pagnozzi, ha invece voluto sottolineare con un’efficace metafora il valore della manifestazione: “Qui dentro – ha detto – mi sembra di essere sul campo centrale dello sport italiano. Vedo sportivi, rappresentanti delle Federazioni, tanti appassionati provenienti da tutta Italia. La miglior sintesi dello sport e della sua valenza sociale ed economica, da custodire e valorizzare”.

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Pancalli, ha ribadito “il piacere di trovare in fiera un momento felice di sintesi di tutto lo sport nazionale. Qui si mostra non solo com’è, ma come sarà nel futuro. Credo che il mondo dell’attività paralimpica rappresenti al meglio la voglia di fare, di andare avanti: è uno stimolo per tutti a fare di più e meglio”.

Il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo Di Caro, ha concluso: “La nostra Agenzia, che per conto dell’Unione Europea finanzia progetti per i ragazzi, non poteva non dedicare un’attenzione particolare alla realtà sportiva. Uno strumento principe per trasmettere messaggi positivi e ricordare come ogni centesimo speso nello sport equivalga a tanti euro risparmiati in sanità e integrazione. Lo sport consente ai giovani di crescere, accorcia le distanze tra i popoli. SPORTS DAYS è quindi per noi un significativo punto di partenza per essere sempre più al fianco delle nuove generazioni”.

Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito ufficiale www.sportsdays.it.

COLPO D’OCCHIO SU SPORTSDAYS 2012
Ingresso: operatori e grande pubblico; biglietto: giornaliero intero 5 euro; Sports Days Impianti: 5 euro, solo per operatori; orari: venerdì, sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30 per tutti; Responsabile Manifestazione: Marco Borroni.

OBIETTIVO COMUNE, POTENZIARE LO SPORT
A SPORTS DAYS siglato l’atto d’intesa tra il CONI, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, l’Unione delle Province d’Italia e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani

Primo atto ufficiale della manifestazione SPORTS DAYS in corso di svolgimento a Rimini Fiera, organizzata in joint venture tra CONI Servizi S.p.A. e Rimini Fiera S.p.A.

Al termine della cerimonia inaugurale, infatti, è stato siglato l’atto d’intesa tra il CONI, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, l’Unione delle Province d’Italia e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

Un evento particolarmente significativo poiché risale al 1994 l’ultimo protocollo d’intesa firmato tra il CONI e le Regioni, che testimonia la forte volontà, da parte di tutti soggetti coinvolti, di potenziare a livello capillare la promozione dell’attività sportiva sul territorio e di operare sinergicamente con obiettivi comuni.

All’incontro sono intervenuti il Segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi, il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, il Coordinatore dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Panebianco, il Coordinatore degli Assessori allo Sport della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Elio De Anna, il Coordinatore Nazionale Sport dell’Unione delle Province d’Italia, Salvatore Sanzo e il Delegato Nazionale Sport dell’ANCI, Roberto Pella.

Principali obiettivi dell’intesa riguarderanno la riqualifica degli impianti sportivi italiani, il censimento dell’associazionismo sportivo, la promozione della cultura sportiva nelle scuole, lo studio dell’impatto finanziario derivante dagli effetti positivi dello sport a livello di prevenzione sanitaria, lo sviluppo dell’occupazione nel comparto sportivo, la sburocratizzazione degli adempimenti in capo alle associazioni sportive e l’istituzione di un meccanismo automatico di finanziamento per la realizzazione, la messa in sicurezza e la manutenzione dei nuovi impianti.

Al termine dei saluti istituzionali del padrone di casa – il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni – il Segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi, ha voluto sottolineare “la portata storica dell’intesa, all’interno di una cornice che vede la grande famiglia dello sport italiano riunita”. Ha poi argomentato: “Sigliamo un accordo di grande importanza, alla luce dell’attuale congiuntura economica. In passato la ricchezza ci divideva, mentre, oggi, la povertà ci unisce. I soggetti sottoscrittori hanno collaborato con grande disponibilità al raggiungimento dell’obiettivo, mettendo da parte quei personalismi che avevano contraddistinto il passato. Un patrimonio che affidiamo ai futuri amministratori del nostro Paese e del mondo dello sport, alla vigilia di importanti scadenze elettorali. Nel budget di previsione del 2013, chiuso non senza difficoltà, abbiamo destinato 7 milioni di euro all’alfabetizzazione motoria, guardando al futuro delle famiglie e allo sport di base.

Il Coordinatore dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Panebianco, nel portare il saluto del Ministro per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport, Piero Gnudi, ha affermato: “questa giornata conferma un segnale da assoluto valore, ovvero, come lo sport, nelle sue diverse componenti, così come le Regioni e gli Enti Locali, lancino segnali positivi per il bene comune del Paese. Il 13 dicembre il Ministro Gnudi presenterà un piano per lo sport, contenente obiettivi di promozione dell’attività sportiva per giovani e meno giovani – non dimenticando che quest’anno si celebra l’anno dell’invecchiamento attivo – senza tralasciare quelli di coesione sociale, con grande attenzione al mondo dei disabili”.

Il Coordinatore degli Assessori allo Sport della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Elio De Anna, ha affrontato le tematiche della salute:“Un capitolo di quest’intesa che vorrei menzionare è quello relativo alla prevenzione dei disagi, del bullismo e della sedentarietà. Investire nello sport non deve essere considerato un centro di spesa. Il recente decreto sviluppo del governo ha stanziato 23 milioni di euro con l’obiettivo di ricostruire l’impiantistica sportiva italiana”.

Il Coordinatore Nazionale Sport dell’Unione delle Province d’Italia, Salvatore Sanzo, ha voluto puntare sul comparto scuola: “Il tema dei temi è quello della scuola, partendo proprio da lì, dalla base, potremo creare il futuro dei nostri figli, non per farli diventare campioni, ma per far loro apprezzare quanto lo sport possa essere compagno di vita e di ideali educativi”.

Infine, il Delegato Nazionale Sport dell’ANCI, Roberto Pella ha voluto focalizzare il proprio intervento sull’impiantistica sportiva: “Ringrazio sentitamente il Presidente Petrucci e il Segretario Generale, Pagnozzi, per la grande sensibilità dimostrata in questo quadriennio. L’atto d’intesa ha una rilevanza significativa per i benefici futuri dei cittadini. Dobbiamo puntare su questa buona politica, di tipo degasperiano, per fare in modo che i nostri figli possano beneficiare di questi interventi, senza che non si frappongano impedimenti. Chiedo al Governo, come ANCI, di allentare il patto di stabilità affinché si possa investire nell’impiantistica sportiva e scolastica”.

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI, SABATO 27 OTTOBRE
Alle ore 10.00, presso il Media Center, il Centro Sportivo Italiano organizzerà la premiazione “Uno sport per la vita”, dedicato a quell’universo sportivo ricco di persone straordinarie. Non solo grandi campioni o atleti da prima pagina, ma anche dirigenti impegnati nelle società sportive, che, senza destare troppo clamore, sono protagonisti di affascinanti storie di vita o di speciale umanità. Perciò, proprio per dare valore a questo infinito patrimonio, presente nel mondo dello sport italiano, il C.S.I. ha voluto istituire tale premio dedicandolo ai tanti dirigenti, che, nel trascorrere una vita nello sport, siano stati testimoni di storie di grande umanità e valore. Attesi i 18 premiati, tra i quali 6 esponenti delle Federazioni Sportive Nazionali, 9 fra quelli delle Discipline associate e 3 tesserati per Enti di Promozione Sportiva.

In contemporanea, inoltre, l’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia (A.N.A.O.A.I.), presso il proprio stand, consegnerà il premio “Prestigio Esempio”, a tre indimenticati campioni del passato: Gabriella Dorio (campionessa olimpica nei 1500 metri piani a Los Angeles 1984), Costantino Rocca (primo golfista italiano a giocare la prestigiosissima “Ryder Cup”) ed Angelo Vassena (campione indiscusso della motonautica). Seguirà la consegna del premio “Sport e Impresa”, assegnato quest’anno a Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo Calcio, impossibilitato a partecipare, ma che verrà ritirato dai dirigenti del club emiliano.

Alle ore 11.30, presso la Sala Neri 1, spazio al convegno “Lo Sport che crea valore – Il Turismo a vocazione sportiva come risorsa per l’economia nazionale”, organizzato da Studio Ghiretti & Associati e che rappresenta un importante momento di riflessione relativamente all’affermarsi di modelli di turismo sportivo, quale strumento di promozione territoriale in grado di generare crescita e nuove opportunità sociali ed economiche. Interverranno: Michele Barbone, Membro della Giunta Nazionale CONI, Elio De Anna, Assessore allo Sport della Regione Friuli Venezia Giulia, Paolo Piani, del Centro Studi FIGC, Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini, Mauro Voltolina, Presidente del Consorzio Terme Euganee, Giorgio Scarso, Presidente della Federscherma, Massimo Achini, Presidente del Centro Sportivo Italiano, Sergio Grifoni, Presidente della Federazione Italiana Sport Orientamento, Fabrizio Raffaelli, Dirigente del Servizio Sport della Provincia di Arezzo e Marco Cadeddu, Presidente di ESATOUR. Moderatore Roberto Ghiretti.

Nel pomeriggio, alle ore 14.30, presso la Sala Diotallevi 2, CONI Servizi S.p.A., in collaborazione la Commissione Nazionale Impianti Sportivi, organizza il convegno “Tendenze e prospettive nell’impiantistica sportiva”. Interverranno Michele Barbone, Membro della Giunta Nazionale CONI, Maurizio Romano, Direttore Area Territorio e Promozione dello Sport di CONI Servizi S.p.A., Vincenzo Scionti, Responsabile Normative e Regolamenti Tecnici CONI Servizi S.p.A. (titolo dell’intervento “La situazione normativa attuale e la sua evoluzione”), Attilio Magni, Responsabile Supporto Commissione Impianti Sportivi di CONI Servizi S.p.A. (“Tendenze e qualità delle proposte. I costi di costruzione” e “I pareri del CONI sugli interventi”), Valentina Calvani, Responsabile Progetto Censimento Nazionale Impianti Sportivi di CONI Servizi S.p.A. (“Impianti sportivi e territorio oggi. La Banca Dati Nazionale del CONI”), Umberto Rampa, Direttore Generale CONINet S.p.A. (“La nuova procedura informatizzata per i pareri del CONI”) e Valerio Funghi, Segretario Commissione Impianti Sportivi (“Criticità ricorrenti nei progetti”).

(nella foto, il taglio del nastro)