Indietro
mercoledì 28 luglio 2021
menu
Icaro Sport

Calcio a 5 C1. Sabato il derby tra Pretelli Rimini e Bellaria

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 12 ott 2012 08:28 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Finalmente derby, Rimini e Bellaria di fronte (palasport Flaminio, calcio d’inizio alle
ore 15, dirigono Mazzanti di Bologna e Tonelli di Forlì) in quella che si preannuncia una sfida
a dir poco calda. Non tanto per il clima dentro e fuori dal campo, quanto per l’importanza che
rivestono nella fattispecie questi tre punti, anche se siamo solo alla quinta di campionato. Eh sì, perché l’avvio di stagione di Rimini e Bellaria è stato davvero al di sotto delle aspettative, vuoi per un motivo vuoi per un altro: Bellaria, penultimo a quota due punti, ha avuto dalla sua un calendario difficile e qualche infortunio nelle ultime gare. Rimini, dal canto suo, è ancora fermo al palo con una scomoda e immeritata quota zero, una crisi dal punto di vista dei risultati abbastanza evidente ed una situazione altrettanto poco fortunata dal punto di vista di squalifiche e infortuni. Fuori Bruscolini che dovrà scontare il secondo dei tre turni di squalifica rimediati dopo l’espulsione contro l’Imolese, out anche il pivot Toscano uscito malconcio dalla stessa gara di due settimane
fa. A questo quadro poco roseo si aggiunge l’influenza patita in settimana da Zavoli, che dovrebbe riuscire comunque ad essere della gara. Per i giovani ragazzi di coach Domeniconi, una gara importante, da cercare di sfruttare assolutamente tra le mura amiche, che potrebbe risollevare le sorti di questo inizio di stagione travagliato. Non sarà facile, perché di fronte, a dispetto della classifica, arriva un avversario ben attrezzato e immaginiamo spinto dalle mille motivazioni vista la sfilza di freschi ex: Fantini, Esposito, Michelotti, Magnani, Gasperoni, Cellarosi e Deluigi, che però siederà in tribuna squalificato. Sarà un vero e proprio amarcord in campo per giocatori che negli ultimi anni hanno vestito a lungo la casacca biancorossa. Rimini deve cercare di rialzare la testa prima possibile, quale migliore occasione per Timpani e compagni di una gara che si preannuncia bella e intensa. Poi in settimana, a distanza di soli cinque giorni, sarà nuovamente rendez-vouz per la Coppa, ma quella sarà tutta un’altra storia. Ci sono prima i tre punti del campionato, quelli che contano, per davvero.

Ufficio Stampa C5 Rimini