Indietro
mercoledì 28 luglio 2021
menu
Icaro Sport

Calcio a 5 C1. Pretelli Rimini-Real Casalgrandese 1-2

di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 28 ott 2012 07:51 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Pretelli Rimini-Real Casalgrandese 1-2 (0-0 p.t.)

Pretelli Rimini: Sancisi, Miele, Della Vittoria, Toscano, Zavoli, Carta, Bruscolini, Gobbi, Moroni,
Screti, Timpani, Malpassi. All. Domeniconi.

Real Casalgrandese: Spagna, Zanni, Ferraro, Cavani, Mazizi, Galletta, Zarrella, Milanovic, De Risi, Vaccari, Vinciguerra. All. Delle Cave.

Marcatori: 2’ st De Risi, 7’ st Timpani (RN), 13’ st Galletta.

Quando la ruota non deve girare, non gira, non c’è niente da fare. Per il Calcio a 5 Rimini arriva la settima sconfitta di questo campionato, ma a differenza di altre prestazioni incolore, questo è un ko che fa malissimo per come è maturato, con i biancorossi che mai avrebbe meritato di uscire dal campo a mani vuote, anzi – si legge in una nota della società biancorossa -. A cospetto di una buonissima Real Casalgrandese, formazione scesa dalla serie B e dotata di diversi giocatori di categoria, sono stati proprio i riminesi a fare la
gara, fermati solo da un grandissimo Vinciguerra tra i pali e dalla solita dose di sfortuna. Questa è la strada giusta, anche se la classifica comincia a piangere, e già da sabato prossimo a San Felice sul Panaro non si potrà più sbagliare contro una diretta concorrente per la salvezza.

Ancora indisponibile il Flaminio, il Rimini è costretto ad emigrare per la seconda volta su quattro incontri casalinghi al Multieventi di San Marino. Pronti via e la parita è già scoppiettante. La prima chance è degli ospiti con il marocchino Mazizi, stoppato sul più bello da Moroni che salva nei pressi della riga di porta. Ancora il funambolo straniero dei reggiani ci prova pericolosamente, poi Rimini sale di tono e si fa pericolosa con Moroni che dopo un dai e vai con Gobbi viene fermato prima di battere a rete a porta vuota. Al 10’ è Timpani che lanciato in contropiede direttamente da Malpassi non trova l’angolo giusto per superare Vinciguerra che si salva in tuffo. Di qui in poi è un monologo riminese: Della Vittoria e Timpani ci provano ma nella prima occasione la palla si perde a fil di palo, nella seconda è ancora l’estremo ospite super con un intervento che salva il risultato.
Rimini anche sfortunato quando al 22’ la combinazione Screti-Carta-Screti termina con il palo interno del numero 10 riminese. A fine primo tempo c’è ancora spazio per un’azione romagnola con Timpani che lancia a rete Carta anticipato per un soffio prima della battuta a rete.
L’avvio di ripresa si apre con la doccia fredda della rete ospite con il capitano De Risi, che dalla distanza trova il mancino, peraltro non irresistibile, che termina però alle spalle di Malpassi. Il gol invece che abbattere scuote ancora di più i ragazzi riminesi che giocano a tutta per ribaltare la partita. In due minuti vengono confezionate tre palle gol: prima Carta, poi timpani (nessuno sul secondo palo), poi ancora Carta suonoano la carica. Sforzi premiati al 7’ dopo una buonissima pressione: Timpani intercetta sulla tre quarti ospite, il pallone arriva a Screti che regala al capitano biancorosso sul secondo palo il pallone dell’1 a 1. Poi è Bruscolini a rendersi pericoloso, ma Vinciguerra salva da gran portiere. Nel miglior momento dei padroni di casa, arriva il nuovo vantaggio del Real con Galletta, lasciato colpevolmente solo da Zavoli. Rimini nel finale le prova tutte: Carta ha un’occasionissima ma la spreca calciando sul portiere, poi Rimini si salva con le unghie grazie a due interventi super di Malpassi e con lo stesso Carta su Mazizi e De Risi. La punizione dal limite di Timpani è salvata dall’uomo sul palo, poi ancora Vinciguerra mette la sua firma a caratteri cubitali sui tre punti salvando di reni su una puntata da fuori dello stesso Timpani lanciato da Sancisi, entrato al posto di Malpassi acciaccato.
Termina 2 a 1, davvero troppo per un Rimini che ha giocato davvero meglio del Real.

(nella foto, Davide Timpani)