lunedì 25 marzo 2019
di    
lettura: 1 minuto
lun 11 giu 2012 11:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“L’immobile ritratto nell’immagine fotografica (trattasi della palazzina via d.Campana 61) è stato sistemato e ripristinato a seguito dell’occupazione da parte dell’associazione Rimini Occupy ad inizio anno (unico episodio di infrazione subito nelle palazzine di proprietà della scrivente), tale immobile ospita gli archivi della società ed è quotidianamente sorvegliato tramite un servizio di vigilanza anche notturna.

L’intervento da parte della Polizia non ha riguardato l’immobile erroneamente riportato nell’immagine fotografica e nell’articolo bensì edifici limitrofi non più di proprietà Amir già dal 2002 ed oggi di proprietà privata posti sul retro delle palazzine e già da tempo sotto l’attenzione delle forze dell’ordine per episodi analoghi.

Infatti anche gli episodi precedenti a cui si fa riferimento nell’articolo non hanno mai interessato gli immobili di proprietà della società bensì le limitrofe proprietà private.

La direzione di Amir SpA

Altre notizie
In carcere per il folle gesto

Molotov contro il bar, scatta l'arresto

di Redazione
Quanto "pesano" le foghercce?

Nel giorno dei fuochi risale il Pm10

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Stop alle misure emergenziali

Il vento ripulisce l'aria a Rimini

di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna