Indietro
menu
Politica Rimini

Primarie PD. Maria Cristina Gattei incontra elettori in centro storico

In foto: Domani alle 11 presso il “Mercato coperto” di piazza Gramsci a Rimini. Iniziativa promossa dal comitato elettorale per Maria Cristina Gattei sindaco
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 29 nov 2010 17:24 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Di seguito pubblichiamo la dichiarazione di Maria Cristina Gattei alla stampa:

“La crisi che sta mettendo in discussione il nostro comparto produttivo, il nostro stato sociale e la nostra economia turistica potrà essere superata solo grazie ad una revisione sostanziale del modello di sviluppo della città.
La città deve tornare ad amarsi a curare e tutelare i propri spazi, i propri luoghi, le proprie bellezze ed i luoghi della propria memoria.
In particolare però, occorre difendere i nostri luoghi della memoria è un dovere morale e una necessità culturale. Rimini deve riappropriarsi della sua anima e della sua identità. La città di Fellini non può veder ridurre così tragicamente la proprie sale cinematografiche, essere priva di una stagione teatrale di alto pregio e rimanere in silenzio. Non possiamo perdere teatri, spazi di aggregazione sociale e culturale come la Casa della Pace, perdere contatto con alcune aree che sono state la culla del nostro sviluppo culturale.
Riprendere coscienza di noi stessi e dei nostri luoghi significa anche valorizzare un tessuto economico in crisi come quello del centro storico, un centro che deve assolutamente abbracciare i borghi limitrofi e una piazza Malatesta pedonalizzata e libera dei parcheggi che la soffocano. Il nostro centro storico è vittima della concorrenza di una grande distribuzione ingenuamente favorita, che ne sta decretando la crisi degli esercizi commerciali, difenderne l’economia, significa tutelare alcuni luoghi di raccordo della nostra vita sociale economica e culturale che non possono essere messi in discussione. Ne va della nostra identità. Economia, cultura e coesione sociale sono elementi inscindibili. Ridare dignità e futuro a tutto ciò, significa restituire un futuro alla nostra città. E’ per questo che progettiamo un centro storico “allargato”, realmente pedonalizzato e animato da una vita culturale e sociale sempre frizzante. Io sarò il sindaco delle RELAZIONI e il centro storico, di queste “relazioni umane” ne tornerà ad essere il più straordinario palcoscenico.”

i luoghi del tour:
Borgo San Giuliano, Piazza Gramsci, Piazza Tre Martiri (con visita alla storica libreria antiquaria Luisé)

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione