Indietro
menu
Rimini

Digitale terrestre. Un solo antennista riminese aderisce ai prezziari regionali

In foto: Problemi con decoder, antenne, televisori di nuova generazione. Sono tanti in questi giorni i riminesi che stanno chiamando antennisti in vista del passaggio al digitale terrestre, previsto a Rimini il 2 dicembre.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 15 nov 2010 14:57 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ma come tutelarsi da truffe e da fatture esorbitanti? La task force dell’Emilia-Romagna, che segue tutte le procedure del passaggio al digitale, si è attivata con le associazioni di categoria per creare prezziari di riferimento validi in tutta la regione e una sorta di codice etico a cui gli installatori dovrebbero attenersi. Andando a cliccare il sito di riferimento della regione (http://www.decoder.regionedigitale.net/pages/installatori), però, c’è un’amara sorpresa. A fianco a codici e prezziari accordati dalla task force con Cna, Confartigianato e altre associazioni, ci sono, provincia per provincia, gli installatori aderenti. Per Rimini risulta il nome di un solo installatore, di Santarcangelo, a fronte, ad esempio, dei 94 di Bologna dei 62 di Ferrara, o anche dei 62 di Forli-Cesena e dei 39 di Ravenna, per restare nella sola Romagna. I prezzi concordati con le associazioni di categoria riguardano tre tipologie di intervento (installazione e/o programmazione di un decoder di un televisore in tecnologia digitale terrestre, sostituzione, aggiornamento o riprogrammazione degli amplificatori e/o selettori aggiornamento, puntamento, modifiche, aggiunte di antenne) e vanno da un minimo di 40 euro ad un massimo di 78, esclusa mano d’opera e apparecchiature.

Notizie correlate