Indietro
menu
Rimini

Il giorno della Memoria al femminile: le iniziative per non dimenticare

In foto: Donne resistenti. Donne che hanno vissuto la tragedia dell'Olocausto e hanno opposto resistenza, ma pacifica, al regime. E' il filo conduttore del programma delle iniziative del comune a Rimini per la giornata della memoria che ricorre il 27 gennaio: il
programma completo.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 21 gen 2005 13:50 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per ricordare l’evento, incontri, seminari, proiezioni video, testimonianze e viaggi studio. Fulcro del calendario la presenza a Rimini della celebre regista tedesca Margarethe von Trotta autrice fra le altre cose del film Rosenstrasse, storia di alcune donne tedesche che ebbero il coraggio di manifestare pacificamente il loro pensiero davanti alla casa in cui furono segregati i loro mariti ebrei.
Il film sarà proiettato, con ingresso gratuito, lunedì 24 gennaio alle 21 al cinema Fulgor, in collaborazione con la Fondazione Fellini.
La regista sarà a Rimini giovedì 27 per parlare del rapporto tra la memoria e la storia attraverso la rappresentazione cinematografica nell’incontro pubblico che si terrà alle 21 al Teatro degli Atti.

Per non dimenticare, in programma diversi eventi. Martedì 25 gennaio alle 21 al teatro Novelli andrà in scena lo spettacolo “Terra di latte e miele” di Manuela Dviri e con Ottavia Piccolo ed Enzo Cucurù. Sabato 5 febbraio, alle 9, al Palazzetto dello Sport sono in programma la testimonianza di Ida Marcheria e Shlomo Venezia, sopravvissuti al campo di Aushwitz e la proiezioni di “Auschwitz e la cioccolata” del giornalista Rai Roberto Olla.
L’incontro è aperto al pubblico e alle scuole medie. Per le scuole anche altre iniziative, come lo spettacolo teatrale “La ragazza di Bube” al teatro Novelli il 9 febbraio, una rassegna cinematografica e il tradizionale viaggio studio per gli studenti delle quinte superiori, in aprile a Trieste, nei luoghi ebraici della risiera di San Sabba e alle foibe di Basovizza.