Indietro
menu
Rimini

Dai binari si chiede sicurezza. Domenica sciopero 24 ore Fs

In foto: Ieri mattina, anche i ferrovieri di Rimini si sono fermati per 10 minuti, dalle 11.50 alle 12, in segno di lutto per le 17 vittime dell'incidente avvenuto il 7 gennaio vicino a Crevalcore, sulla linea Bologna-Verona.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 13 gen 2005 12:49 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un gesto simbolico di solidarietà ma anche l’occasione per richiamare l’attenzione dello Stato sulle carenze della sicurezza e sulla qualità del servizio ferroviario. “La sicurezza è un tema di importanza primaria e deve essere un argomento con il quale confrontarsi quotidianamente, non da trattare solo in occasione di gravi incidenti. Per questo i ferrovieri chiedono al governo, al ministero delle infrastrutture e dei trasporti e alle ferrovie dello stato, l’impiego delle forze necessarie per garantire una maggiore sicurezza nel sistema ferroviario”. Sono queste le parole rieccheggiate nella stazione di Rimini e, contemporaneamente in tutte le stazioni dell’Emilia Romagna. Ascoltiamo Ermes Venturini, segretario trasporti della Cgil Rimini.

L’incidente ferroviario di Crevalcore oltre a richiamare l’attenzione sulla sicurezza del trasporto ferroviario ha fatto emergere anche altri punti critici del sistema come le condizioni igieniche dei treni ed i ritardi. Ascoltiamo alcuni passeggeri.

L’assemblea dei ferrovieri riunita ieri alla stazione di Bologna per esprimere solidarietà alle vittime dell’incidente ha proclamato uno sciopero nazionale dei dipendenti Fs dalle 21 di domenica alle 21 di lunedì per il personale della circolazione, e per l’intera giornata di lunedì per i ferrovieri non addetti alla circolazione treni.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
FOTO
di Redazione
 
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO