martedì 22 gennaio 2019
In foto: Aveva sparato contro un uomo che non si era fermato all'alt e lo aveva ucciso. Ieri la quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 9 anni e 5 mesi di reclusione a Ivan Liggi, 32 anni, di Cesena, agente della polizia di Stato che il 24 febbraio '97, quando era in forza alla Polstrada di Rimini, dopo un lungo inseguimento per la citta' fece fuoco uccidendo un riccionese di 33 anni, Giovanni Pascale.
di    
lettura: 1 minuto
sab 16 ott 2004 13:43 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Per questo gesto il poliziotto ha già scontato cinque anni di sospensione dal servizio, ed ora è in forze alla Polfer di Pesaro, dove ha ricevuto due menzioni per meriti di servizio.

L’iter giudiziario di Liggi ha visto un’alternarsi di condanne e assoluzioni, con un primo ricorso in Cassazione concluso con un annullamento.
A seguito di un nuovo processo la condanna confermata ieri.

Per i giudici, dunque, lo sparo era stato volontario.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna