domenica 20 gennaio 2019
In foto: Aumenta la presenza di immigrati in Regione. Alla fine del 2002 i permessi rilasciati erano 150.633, un anno più tardi 217.756. I dati sono del rapporto sull'immigrazione della Caritas di Bologna che monitora l'intero territorio regionale.
di    
lettura: 1 minuto
gio 28 ott 2004 09:49 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’aumento delle presenze è in gran parte legato alla regolarizzazione promossa dalla legge Bossi-Fini. Rispetto allo scorso decennio si registra però un’inversione di tendenza: il tasso di crescita regionale e’ leggermente inferiore a quello nazionale. Si discostano da questo trend Ferrara, Rimini e Piacenza, dove c’è stata una crescita dei permessi di soggiorno del 54%.
C’è un aumento dei permessi per motivi di lavoro che passano dal 60,2% al 68,4%, a scapito dei permessi per motivi familiari che passano dal 31,8% al 25,8%. Segno evidente, spiega la Caritas, che la sanatoria riguardava i rapporti di lavoro irregolari, ma non i familiari al seguito presenti irregolarmente. Le nazionalità più presenti sono quelle europee (il 44% dei permessi di soggiorno) seguite dalle africane (33%). Si registra soprattutto un forte incremento della presenza di immigrati, soprattutto donne, dell’Est. Ci sono anche specificità provinciali: a Rimini e a Ravenna sono forti le comunità senegalesi, che insieme rappresentano meta’ dell’intera comunità regionale.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna