giovedì 22 agosto 2019
menu
In foto: Giovedì sera in consiglio comunale a Rimini è arrivata la protesta degli stagionali di Hera. L'azienda ha deciso farli passare alle dipendenze di un gruppo di cooperative che gestiranno, per conto dell'azienda a partire dall'estate 2005, alcuni servizi.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 16 lug 2004 19:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono entrati in consiglio comunale per portare la loro situazione di lavoratori stagionali che tra poco non avranno più nemmeno la stagione da fare.
Sono dipendenti di Hera, lavoravano in Amia prima che l’azienda diventasse una multiservizi regionale.
Ed ora, se l’accordo sindacale stipulato nei giorni scorsi verrà ratificato, dovranno abbandonare entro il 2005 l’azienda, per convogliare forse in una delle cooperative che prenderanno in appalto i servizi.

Si chiama esternalizzazione, un copione che si ripete di questi tempi spesso nel mondo del lavoro.
Nei giorni scorsi l’assemblea dei lavoratori stagionali di Hera ha scritto una lettera al sindaco ed a tutti i capigruppo del consiglio comunale.
Ma dal dibattito del consiglio comunale di ieri non sono usciti soddisfatti. Nonostante il primo cittadino, Alberto Ravaioli, abbia proposto di fare un consiglio comunale aperto proprio su questo tema.
Non c’è tempo: la ratifica potrebbe avvenire nell’assemblea di mercoledì e mercoledì sera i lavoratori non hanno escluso di attuare forme di protesta clamorose.

Nel Consiglio Comunale di ieri si è discusso, inoltre, della cessione dell’area peep di Miramare, approvata, è stato deciso l’acquisto del terreno vicino al cimitero di San Lorenzo in Correggiano, ed è stato dato il via al piano di recupero “Via delle Grazie”.
L’intera seduta del consiglio comunale sarà trasmessa questa sera su Icaro Tv a partire dalle 21.<

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna