Indietro
menu
Rimini

Mostre, serata di gala e convegno per i dieci anni di Convention Bureau

In foto: Convention Bureau della Riviera di Rimini festeggia i suoi primi dieci anni con una mostra, una serata di gala ed un convegno sul marketing delle città congressuali in autunno.
www.riminiconvention.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 9 lug 2004 12:54 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Era il 1971 e già a Rimini si vociferava di un nuovo palacongresi. C’è anche l’atto di questo progetto tra i reperti di archivio che saranno in mostra nei padiglioni della vecchia fiera di Rimini dal 19 luglio, per festeggiare il primo decennio di Convention Bureau. Un documento che dice di quanto le idee abbiano tempi lunghi di realizzazione. Nel 2004 Rimini aspetta ancora il suo palas, ma l’ora dovrebbe essere, il condizionale è d’obbligo, ormai prossima. Ascoltiamo Maurizio Melucci, vicesindaco di Rimini.

Convention Bureau della Riviera di Rimini, che da 10 anni promuove la realtà congressistica del territorio, punta sul nuovo palas, sapendo che il futuro dell’azienda passa anche da qui. Mauro Ioli, presidente Convention Bureau.

Futuro ma anche passato, attraverso l’evoluzione di rimini come città congressuale.
Ascoltiamo ancora Mauro Ioli e Stefania Agostini, direttore convention Burea.
Il compleanno, oltre con una cena di gala al grand hotel, sarà festeggiato con la mostra duemila anni di incontri a Rimini: da Giulio Cesare che incontrò a Rimini i tribuni dopo la traversata del Rubicone, al concilio della chiesa nel 359 che vide riuniti 400 vescovi, dai congressi dei partiti, senza distinzioni di colore, ai più recenti convegni medici e religiosi. La storia dell’ospitalità e del congressuale è narrata in 4 sezioni: gigantografie, ogettistica, articoli, i più mirabili sono quelli con cui Giorgio Bocca nel dopoguerra seppe interpretare lo spirito imprenditoriale dei riminesi. Tra i reperti in mostra anche il camper che Craxi utilizzo per la propaganda politica nei primi anni 90. Non manca uno sguardo sul futuro: dove al cyber spazio si continua a preferire la relazione umana.

 
Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO