Indietro
menu
Economia Rimini

Utile di oltre 5 milioni di euro per la Carim nel primo semestre 2003

In foto: La Cassa di Risparmio di Rimini ha chiuso il primo semestre 2003 con un utile netto di 5,21 milioni di euro. La Carim attualmente é presente in sei regioni Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise e Lazio con 97 filiali, 713 dipendenti e mezzi patrimoniali pari a 255,41 milioni di euro.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 12 set 2003 19:35 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al 30 giugno la raccolta globale e’ stata di 3725,2 milioni
con un incremento del 26,88% rispetto allo stesso periodo dell’
anno scorso.
In crescita nel primo semestre gli impieghi lordi verso la
clientela che, al loro delle relative svalutazioni, salgono a
1922,45 milioni (+29,13%) con un aumento consistente delle
operazioni a medio e lungo termine (+36,01%) e a breve termine
(+24,7%). E mentre al 30 giugno 2002 il rapporto sofferenze
lorde/impieghi lordi era dello 0,97%, nei primi sei mesi del
2003 questo rapporto e’ stato dello 0,86%. A fine giugno, poi,
l’ utile netto (per effetto della quota di ammortamento di 4,88
milioni di euro per l’operazione che ha portato all’acquisizione
di 27 sportelli di Capitalia) e’ stato di 5,21 milioni di euro
(-11,38% rispetto ai 5,88 milioni dell’ esercizio precedente).
Un utile, e’ stato precisato, che avrebbe avuto una crescita
complessiva del 7,26% senza il conteggio della quota di
ammortamento per il costo dell’ operazione Capitalia.
Nel primo semestre il margine finanziario si e’ incrementato
del 13,09% (39,53 mln), il margine sui servizi +37,07% (15,75
mln), il margine di intermediazione +18,97% (55,28 mln). In
aumento anche gli oneri di gestione derivanti soprattutto dall’
acquisizione degli sportelli Capitalia (31,46 mln, +27,03%).
Per quanto riguarda una lettura dell’ andamento della
stagione turistica 2003 nel riminese, il direttore Alberto
Martini ha riferito che diversi albergatori gli hanno parlato di
”calo di presenze e fatturati”, ma dai dati forniti da Banca
Carim le cose sembrano essere andate bene, in base ai dati
relativi alla raccolta.

Notizie correlate