lunedì 23 settembre 2019
menu
In foto: Una madre di quattro figli, una vedova, un medico psichiatra, un operaio e un imprenditore, uno studente universitario e un’insegnante: sette le persone che sabato sera, alla veglia di pentecoste che si è tenuta in Duomo, hanno raccontato la sfida di vivere e testimoniare la fede nella quotidianità. Il messaggio che la veglia ha voluto sottolineare è infatti che la fede si esprime attraverso la vita di tutti i giorni, nel lavoro, nelle scelte di vita, nello stile con cui si affrontano le sofferenze e la gioia che ne fanno parte.
La preghiera della veglia è stata così espressione della vita: ce ne parla mons. Aldo Amati, vicario generale della Diocesi:

ascolta l'intervista
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 4 giu 2001 14:33 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Una madre di quattro figli, una vedova, un medico psichiatra, un operaio e un imprenditore, uno studente universitario e un’insegnante: sette le persone che sabato sera, alla veglia di pentecoste che si è tenuta in Duomo, hanno raccontato la sfida di vivere e testimoniare la fede nella quotidianità. Il messaggio che la veglia ha voluto sottolineare è infatti che la fede si esprime attraverso la vita di tutti i giorni, nel lavoro, nelle scelte di vita, nello stile con cui si affrontano le sofferenze e la gioia che ne fanno parte.
La preghiera della veglia è stata così espressione della vita: ce ne parla mons. Aldo Amati, vicario generale della Diocesi:

ascolta l’intervista

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna