Indietro
domenica 3 marzo 2024
menu
Calcio Promozione

Mea culpa Sampierana: due rigori falliti. In vetrina il baby Conficoni. Mercato: via Cano e Castagnoli

In foto: Tommaso Conficoni
Tommaso Conficoni
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 29 nov 2023 10:38 ~ ultimo agg. 10:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Due rigori sciupati da Narducci – ne aveva già sbagliato uno contro la Stella dopo ben 14 centri di fila – e da Pippi e la trasferta di Cotignola si è trasformata in un incubo per la Sampierana che si è dovuta accontentare di un solo punto. Peccato, perché con la vittoria sarebbe stato primato in solitudine con +1 sul Faenza che invece risorpassa i bianconeri issandosi a +1 sulla Sampierana.

“C’è poco da dire, una giornata stregata: oltre ai due rigori non abbiamo sfruttato delle buone opportunità sotto porta dove dobbiamo essere più cattivi, più decisi per segnare di più in relazione alla mole di gioco C’era tanta amarezza tra noi a fine partita: ci siamo ripromessi di riprenderci altrove questi due punti” spiega Tommaso Conficoni, centrocampista classe 2004, cresciuto nel Valbidente e poi a Forlì dove ha fatto tutta la trafila nelle giovanili fino alla Juniores.

Il giovane di Santa Sofia, iscritto alla Facoltà di Economia e Commercio, è uno dei centrocampisti più apprezzati della categoria. Alto 1,87, gioca da regista davanti alla difesa oppure come uno dei due mediani (“Quest’ultimo è il mio preferito: posso condividere i compiti con un compagno”). Dopo aver saltato le prime partite per un infortunio estivo, si è conquistato il posto da titolare.

Conficoni, cosa cambia dal campionato Juniores Nazionale a quello di Promozione? Come si trova alla Sampierana?
“Il salto si sente soprattutto sotto il profilo fisico e tattico, ad esempio nell’attenzione alle palle inattive. La difficoltà è soprattutto nella dare continuità a prestazioni di medio alto livello. Qui mi trovo molto bene, la società e i compagni di squadra mi hanno accolto con calore come in una grande famiglia ed è una cosa che non mi aspettavo, dai senior c’è grande disponibilità: esiste un grande spirito di corpo a cui francamente non ero abituato e per i giovani in queste condizioni è più facile esprimersi. Ad esempio Narducci, per affinità di ruolo, è prodigo di consigli, mi aiuta ad acquistare sempre più sicurezza e intraprendenza nelle giocate”.

Le sue caratteristiche? E in che cosa deve migliorare?
“Mi piace giocare la palla, impostare l’azione, ma grazie alla mia fisicità mi faccio valere anche in fase di interdizione come un centrocampista moderno del resto deve fare. So interpretare bene la partita dal punto di vista tattico e quindi adattarmi alle sue dinamiche. Devo da un lato essere più smaliziato e curare i dettagli, dall’altro essere più determinato sotto il profilo agonistico, più deciso nelle giocate e nei contrasti e magari cominciare a segnare: quattro, cinque gol li ho sempre realizzati in un campionato. Il mio campione di riferimento sotto il profilo tecnico per la sua raffinata intelligenza calcistica è lo spagnolo del Barcellona e della Nazionale spagnola Sergio Busquets mentre per le sue qualità di leadership dico l’inglese Steven Gerrard”.

La ambizione di Conficoni?
“Il mio sogno è fare il calciatore professionista, ma sono realista e allora al mio percorso di studio che ora fa tappa all’Università affianco la mia grande passione sportiva del calcio che spero mi possa portare in categorie superiori. La promozione della Sampierana in Eccellenza con una presenza costante sarebbe un bel trampolino di lancio. Studio e calcio per ora riesco a farli convivere bene con tre allenamenti di sera alla settimana”.

Che idea si è fatto sulle squadre rivali per il vertice?
“Mi ha impressionato il Faenza per la qualità del gioco e l’intensità del ritmo: è la rivale numero uno. Poi ci metto il Forlimpopoli se come sembra si rinforzerà con un attaccante referenziato”.

Domenica appuntamento casalingo da non fallire contro il Verucchio
“Occorre massima attenzione, la partita di Cotignola deve farci da monito: non esistono partite facili”.

MERCATO
La Sampierana ha svincolato l’attaccante Alain Cano che si accasa al Lama (Eccellenza umbra), ceduti l’esterno offensivo 2005 Filippo Castagnoli alla Due Emme ed il difensore 2005 Elia Stoppa al Perticara.