Indietro
martedì 23 aprile 2024
menu
Campionato Sammarinese

Futsal: il Domagnano fa suo il posticipo, si torna in campo a cavallo di Pasqua

In foto: ©FSGC
©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 5 apr 2023 12:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sul parquet del Multieventi è il Domagnano a mettere le mani sul posticipo della ventiseiesima giornata di Campionato Sammarinese di futsal 2022-23, lanciando la volata per il quarto posto che coinvolge anche La Fiorita e Virtus. I Neroverdi sono gli unici a dover ancora osservare il turno di riposo e con 47 punti in classifica si ritrovano esattamente tra le altre due contendenti – tutte raggruppate nel minimo scarto di tre sole lunghezze. Chiudere la regular season tra le prime quattro non è cosa da poco, considerato che le prime della classe entreranno in gioco direttamente all’altezza dei quarti di finale play-off, dispensate dal Turno Preliminare che invece interesserà le otto formazioni che seguono in classifica. Il calendario e la graduatoria
suggeriscono La Fiorita, ma tutto può ancora succedere.

Intanto, il Domagnano ha risposto sul campo ai successi delle dirette concorrenti, ritrovando una vittoria che mancava dal 13 marzo – complice anche il turno di riposo, toccato agli uomini di Mussoni la scorsa settimana. Protagonista della sfida del Multieventi è Simone Santarini, a segno in entrambe le frazioni nell 3-1 dei Lupi. Autore della rete che rompe l’equilibrio al 12’, viene raggiunto nel referto da Filippo Dolcini che griffa il raddoppio a distanza di sei minuti. Corre invece il 23’ quando Gatti rimette in carreggiata la Juvenes-Dogana, che guadagna la via degli spogliatoi sotto di un gol. Nella ripresa è però nuovamente Santarini a mettere il sigillo sui tre punti, gonfiando il sacco per l’ultima volta al 33’ e garantendo al Domagnano una preziosa vittoria.

Troppo distante per inseguire il terzetto in corsa per il quarto posto, la Juvenes-Dogana dovrà difendere l’attuale posizione in classifica (7) dall’attacco del Pennarossa, ottava con 4 punti di ritardo dalla squadra di Claudio Zonzini. Obbiettivo tutt’altro che secondario perché nell’ambito del Turno Preliminare che coinvolgerà le formazioni posizionate tra il quinto ed il dodicesimo posto, chiudere il più in alto possibile in graduatoria garantirà un abbinamento sulla carta più favorevole (da regolamento gli accoppiamenti sono bloccati: 5-12, 6-
11, 7-10, 8-9).

Ecco il quadro completo della 26a giornata:

Tra poco più di quarantotto ore scatterà il 27° turno, quando sarà il Cailungo ad osservare il turno di riposo. La Juvenes-Dogana, invece, dopo il posticipo del Multieventi di ieri sera è chiamata ad affrontare il Tre Fiori a Fiorentino (ore 20:15) nella serata di venerdì. I Gialloblù, difficilmente raggiungibili da La Fiorita che accusa un ritardo di otto punti in classifica, inseguono la matematica certezza del terzo posto alla spalle di Fiorentino e Folgore. Bugli dovrà però fare a meno di Cecchini e Cappelli, squalificati per somma di ammonizioni.

Entrambe saranno impegnate sul sintetico di Acquaviva. La capolista Fiorentino è lanciata verso il primato solitario che – salvo imprevedibili scenari – non sarà messo in discussione nemmeno da un’eventuale sconfitta nello scontro diretto del 18 aprile al Multieventi con la Folgore. Gli uomini di Michelotti incroceranno il San Giovanni (ore 20:15), attualmente dodicesimo e quindi in zona play-off. Calendario complicato per gli uomini di Gualtieri, inseguiti da Tre Penne, Cailungo e Faetano che attualmente risulterebbero tagliate al termine dalla regular season. A complicare il tutto, la squalifica per due giornate nei confronti di Casali.

Avversario della Folgore sarà proprio il Faetano (ore 21:45). Gli uomini di Spada non vincono da due turni, complici una serie di infortuni che hanno decimato la rosa a disposizione dell’ex tecnico del Tre Fiori – caduto dopo oltre un anno proprio per mano del club che portò al successo nel 2017. Di contro, il Faetano ha interrotto una striscia negativa pareggiando con il San Giovanni, risultato che tiene gli uomini di Corbelli appesi ad un filo di speranza, ma che vede i Gialloblù ancora all’ultimo posto e distanti cinque punti rispetto alla quota necessaria attualmente per approdare in post-season.

Tornerà invece in campo nella seconda serata di Fiorentino, il Domagnano, chiamato ad incrociare un Cosmos in salute (ore 21:45) – al netto del passaggio a vuoto col Cailungo, prontamente riscattato dal recente successo ai danni del Pennarossa. Con la qualificazione ai play-off ormai in tasca, gli uomini di Muccioli conservano l’obiettivo di provare a migliorare la propria classifica, lanciandosi all’inseguimento proprio del Pennarossa – più su di quattro punti. Compito complicato per le dinamiche di calendario che vedranno il Cosmos riposare la prossima, affrontando tre delle prime sei dalla graduatoria di qui alla fine. Sicuro assente nell’impegno pre-festivo Nahuel Zanfino, squalificato per somma di ammonizioni.

Si incroceranno a Dogana (ore 20:15), invece, Murata e La Fiorita. Dopo il cambio di rotta varato dall’arrivo di Cellarosi in panchina, il Murata ha avuto notevoli difficoltà a ritrovare equilibrio in campo nella ultime settimana, complici anche le numerose defezioni. I Bianconeri, nelle ultime cinque uscite, hanno subito una media di nove reti a partita – pur ottenendo nel periodo considerato quattro punti, frutto in entrambe le occasioni di cinque reti segnate. Con La Fiorita servirà la miglior versione del club di Città, considerato che gli uomini di Ghiotti vorranno difendere a tutti i costi l’attuale quarto posto in classifica.

A completare il quadro di venerdì, sempre a Dogana, toccherà a Libertas-Tre Penne (ore 21:45). Incrocio delicato, con una Libertas pressoché certa dell’approdo ai play-off e che cerca conferme e continuità contro un Tre Penne con l’acqua alla gola. Dopo le sconfitte con Juvenes-Dogana e Tre Fiori, i Granata di Penserini hanno ritrovato il successo nel derby col Cailungo (5-0), nel quale Mazza è andato incontro a squalifica per somma di ammonizioni. Discorso diverso per il Tre Penne, senza vittorie nel 2023 e alla disperata ricerca di punti per ricucire il divario di tre lunghezze rispetto al San Giovanni.

Si disputerà invece dopo Pasqua, nel consueto posticipo del martedì al Multieventi, Virtus-Pennarossa (ore 21:30). Entrambe aritmeticamente certe del pass per la post-season, conservano l’obiettivo di migliorare la propria classifica – o quantomeno difendere l’attuale posizione dagli inseguitori. La Virtus, con una partita in più rispetto a La Fiorita e Domagnano, sogna il quarto posto in classifica pur potendo scivolare al sesto di qui alla fine. Il Pennarossa, equidistante da Juvenes-Dogana (36) e Cosmos (28), dovrebbe correre meno rischi dal momento che i Gialloverdi dovranno osservare il turno di riposo.

FSGC | Ufficio Stampa