Indietro
giovedì 20 giugno 2024
menu
Basket Serie A2

Alla scoperta della Moncada Agrigento, avversaria domenica di RBR

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 14 apr 2023 21:34 ~ ultimo agg. 15 apr 11:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’impresa in trasferta a Trapani, seconda squadra siciliana sul cammino della RivieraBanca Basket Rimini. Per il terzo turno della fase a orologio, i biancorossi ospitano tra le mura amiche del Flaminio domenica 16 aprile (palla a due alle 19) la Moncada Energy Agrigento.

I siciliani hanno iniziato la seconda fase nel migliore dei modi, con due vittorie consecutive: successo in trasferta a Chiusi 84-79 e bis casalingo la scorsa settimana contro Nardò 98-74. La Moncada Energy è una squadra con alternative ed esperienza, tornata in serie A2 dopo l’autoretrocessione e la vittoria in serie B nella stagione scorsa contro la Sebastiani Rieti. La squadra vede la bandiera in Albano Chiarastella, ma tante sono le opzioni offensive, in stagione regolare ben quattro giocatori hanno chiuso in doppia cifra di media nelle marcature: Alessandro Grande 18,4 punti, Lorenzo Ambrosin 16,4, Kavin Marfo 14,1, Daeshon Francis 11,4.

Il play titolare è Alessandro Grande, anche principale terminale offensivo della squadra. Giocatore di grande esperienza che fa della sua grinta e leadership il vero punto di forza. Vanta un curriculum infinito: ha indossato le maglie di Verona, Veroli, Biella, Latina, Matera, Firenze e Fulgor Omegna. È un classe 94’, alto 180 centimetri. Al suo fianco Daeshon Francis, è un atleta che produce energia, gioca le tre posizioni, ne difende potenzialmente su quattro. Giocatore che fa di tutto in campo. Canestro, rimbalzi, palle recuperate, assists. Grande lottatore. La scorsa stagione aveva militato in Ucraina. A chiudere gli esterni titolari Lorenzo Ambrosin, altro giocatore dalle spiccate doti offensive, è stato uno dei protagonisti assoluti degli scorsi playoff promozione, probabilmente il miglior giocatore di tutta la serie, e ha rinnovato senza nessun ripensamento il suo legame con la Fortitudo Agrigento. Vanta esperienze a Tortona e Scafati.

Sotto i tabelloni parte in quintetto Albano Chiarastella. Capitano, classe 1985, aveva già giocato sei stagioni ad Agrigento prima del suo arrivo a Biella, dove era stato per due anni il leader carismatico del gruppo. Si tratta di un autentico veterano della categoria che aiuta molto non solo in campo, grazie alla sua mentalità da combattente, ma anche nella gestione dello spogliatoio. Infine a chiudere i titolari il centro Kevin Marfo, classe ’97, alto 203 cm per 112 kg, può giocare in due ruoli, ottimo nei rimbalzi e come passatore. È un lungo versatile, mobile e dinamico. Ha un tipo di gioco molto completo su entrambi i lati del campo. Rimbalzista ottimo con un timing eccellente.

Cambio degli esterni Matteo Negri, cresciuto nelle giovanili della Virtus Bologna sin dal 2005, ha esordito in prima squadra in Serie A nel 2009. È arrivato ad Agrigento dopo l’esperienza di Bergamo. Sempre tra gli esterni Cosimo Costi. L’ala fiorentina, classe 2000, è cresciuto nelle giovanili del Sancat. Sotto canestro attenzione all’estone Mait Peterson, è un classe 2002, gigante di 208 centimetri: si tratta di un giovane talento, cresciuto nel settore giovanile della Virtus Bologna con cui ha anche esordito in prima squadra. A completare il roster, in un progetto di crescita di giovani prospetti, Luca Bellavia (2001) e Nicola Mayer (2003).

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini