Indietro
mercoledì 21 febbraio 2024
menu
Volley C Maschile

La Prime Cleaning Riccione chiude la regular season superando 3-1 Viserba

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 23 mar 2023 15:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La regular season della Prime Cleaning Riccione si chiude con la vittoria interna per 3-1 nel derby con Viserba: derby che è diventato vibrante con l’andare del match dopo una partenza che sembrava aver indirizzato i riccionesi verso una facile vittoria (25-12 nel primo set); ma come tutti i derby, i viserbesi hanno giustamente venduto cara la pelle rischiando di portare i padroni di casa al tie break.

L’ace finale di Tosi Brandi consegna i tre punti che permettono al Riccione di raggiungere la cifra tonda in termini di punti in classifica: cinquanta, che confermano la Prime Cleaning come miglior prima dei tre gironi emiliano romagnoli di C.

“Venivamo da una settimana complicata in termini di infortuni, con Alessandri che era praticamente fermo da Lunedì; stessa cosa per Mair e addirittura Campi non è mai riuscito ad allenarsi. Insomma, non eravamo al top in termini di preparazione. Avevo chiesto ai miei di partire forte, anche perché Viserba è squadra ‘rognosa’, hanno tanta volontà in difesa e se riescono a rimanere a contatto sono molto pericolosi. Infatti, dopo un primo set dominato, abbiamo subito nel secondo set e dovuto tirar fuori gli artigli per vincere la partita. Non è stata la nostra migliore gara, ma va bene così, erano importanti i tre punti per essere posizionati bene nella griglia playoff”, queste le parole di coach Botteghi sul match disputato.

La partita. Tra le fila riccionesi in campo: Alessandri al palleggio, capitan De Rosa opposto, Mair e Arcangeli in posto 4, Tosi Brandi e Semprini al centro, Cangelli libero. Per il Viserba, Muccioli al palleggio, Beltrammi opposto, l’ex Torreggiani e Zammarchi in posto 4, Prati e il giovanissimo Torri al centro, Ventisette libero.

Il primo set è un monologo riccionese: i viserbesi sbagliano tanto e già dopo pochi minuti il distacco è pesante (9-3). Gli attaccanti riccionesi hanno vita facile, così come il servizio mette in difficoltà la ricezione ospite. Un errore in battuta viserbese regala il 25-12 finale.

Secondo set molto più equilibrato: le due squadre procedono a braccetto fino al 11-11. Un clamoroso break degli ospiti, condito da 5 errori diretti dei riccionesi, indirizza l’andamento del set (11-17). Riccione non riesce a rientrare a contatto e Viserba meritatamente chiude 25-19.

Terzo parziale ancora tirato fino al 8 pari; poi sale in cattedra Mair che trasforma in oro le difese dei compagni (7 punti nel solo terzo set), Riccione avanti 13-8. Nella seconda metà di parziale, ci pensa Arcangeli a caricarsi la squadra sulle spalle (6 attacchi e 1 muro), ed è proprio lui che sigla il 25-19.

Quarto set non adatto ai deboli di cuore: si gioca sempre punto a punto. I viserbesi sono bravissimi a difendere tanto e regalare quasi nulla, i laterali riccionesi hanno il braccio caldo (5 attacchi vincenti a testa per Arcangeli e Mair). Mair al servizio con tre bombe consecutive (3 ace diretti) crea un vantaggio importante (20-15). Viserba ha la forza di tornare in contatto (21-21). Qualche leggero screzio sotto rete accende il clima sul finale: sale in cattedra negli ultimi scambi Tosi Brandi che con due attacchi e l’ace finale scrive i titoli di coda (25-23).

Tabellino Riccione: Alessandri 2, De Rosa 12, Mair 21, Arcangeli 20, Tosi Brandi 10, Semprini 5, Cangelli L1, Annibalini L2 ne, Nascimento 0,