Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Finanziato dall'Unione Europea
Le opinioni espresse sono tuttavia solo quelle degli autori e non riflettono necessariamente quelle dell'Unione Europea. Né l'Unione Europea né l'autorità concedente possono essere ritenuti responsabili per loro.
Eusair

Presentata a Misano la strategia sul turismo sostenibile

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 dic 2022 18:22 ~ ultimo agg. 27 dic 15:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto mercoledì 9 dicembre, presso la sala dell’ex biblioteca di Misano Adriatico, l’incontro sul turismo sostenibile della strategia Eusair dell’Unione Europea.

L’assessore Nicola Schivardi ha introdotto il dibattito ricordando le molte iniziative che il Comune ha intrapreso negli ultimi anni a favore dell’ambiente, in particolare l’approvazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile e il cambiamento climatico (PAESC) ed il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS). Molte le azioni portate a termine, dall’aumento dei chilometri di piste ciclabili, all’istituzione delle Zone 30. Sono state installate diverse Casine dell’acqua e svolte numerose azioni per limitare il consumo di plastica. Parallelamente il Comune non trascura l’educazione ambientale, soprattutto in condivisione con gli studenti delle elementari e delle medie.

Il dottor Gilberto Zangari di Fin Project ha illustrato la strategia Eusair, indicando quali effetti può avere per il territorio di Misano che, a livello di visione europea, è ricompreso all’interno della regione Adriatico Ionica. È in questo contesto che dovrebbe essere pensata la strategia turistica della Regione e della costa romagnola, soprattutto se insieme agli altri stati che si affacciano sull’Adriatico si vuole partecipare ai prossimi bandi europei. Le priorità da tenere bene a mente sono: azioni di contrasto al cambiamento climatico, innovazione, inclusione sociale e cooperazione. L’obiettivo principale, ha spiegato, deve essere quello di uscire dalla fase di un turismo maturo e avviare una nuova stagione di crescita.

Sulla base di queste considerazioni si è sviluppato con il pubblico presente un interessante dibattito che ha spaziato dalle questioni più generali a quelle locali. Misano Adriatico, per quanto ha realizzato in questi anni e per quanto sta facendo, come la prossima approvazione del Piano Urbanistico Generale, si è confermata una realtà in crescita e molto apprezzata, tale da registrare un incremento del 14% nel periodo pre-Covid. In diversi hanno sottolineato la necessità di affrontare la questione del Nuovo Piano dell’Arenile.

Altre notizie