Indietro
giovedì 26 gennaio 2023
menu
Calcio Prima Categoria

Riccione F.C. 1926-Gatteo 3-0

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 27 nov 2022 20:01 ~ ultimo agg. 21:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riccione F.C. 1926-Gatteo 3-1 

IL TABELLINO
Riccione: Masini, Olivieri (dal 79′ Borgognoni), Ndao (dal 62′ Imola), Gueye, Ioli, Bencivenga, Brisigotti, Magrotti, Amati B., Klyvchuk (dall’85’ Mansolillo), Dragoni (dal 67′ Fantini). A disposizione: Amati A., Fini, Ingrosso, Cugnigni, Capriotti. Allenatore: Denis Iencinella.

Gatteo: Solazzo, Cordatore M. (dall’85’ Francisconi), Zanghi (dal77′ Muccioli), Polverelli (dal 50′ Es-Saki), Cordatore S. (dal 65′ Acciarri), Sardagna, Perazzini, Matteoni (dal 50′ Mercuri), Pollini, Camillini, Jabi. A disposizione: Guerra, Salaroli, Njie, Gori. Allenatore: Riccardo Melissano.

Marcatori: 44′ Amati, 57′ Brisigotti, 79′ Klyvchuk.

Ammoniti: Ndao, Magrotti, Zanghi.

Espulso: 35′ pt Jabi (G) per doppia ammonizione.

Arbitro: Leonardo Alberani di Ravenna.

CRONACA E COMMENTO
Il Riccione fa valere la legge dell’Arena dei Cavalieri vincendo per 3 a 0 contro un buon Gatteo. I padroni di casa partono col piede giusto creando tre occasioni da rete nei primi dieci minuti con Dragoni al 2′, debole il colpo di testa su cross di Brisigotti, para senza patemi Solazzo.

Gueye al 4′ con una gran sberla dalla distanza sfiora il palo e all’8′ Brisigotti da dentro l’area di rigore alza troppo la mira. Col passare dei minuti cresce il Gatteo ed al 21′ su punizione dal vertice dell’area scatena l’inferno colpendo prima la traversa e sulla palla che torna in campo si accende una gran mischia con un batti e ribatti e Super Masini blocca la sfera in tuffo sulla riga di porta. Al 29′ Perazzini, il migiore degli ospiti, impegna severamente Masini con un gran tiro da fuori area.

Al 31′ primo giallo per Jabi per un’entrata scomposta che si ripete al 35′ , altro giallo e mestamente deve abbandonare il campo. cambia radicalmente la gara ed il Riccione diventa padrone del campo ed il vantaggio arriva al 44′ con Amati che sfrutta l’assist di Dragoni, gran botta da sette metri e palla nel sacco.

Nella seconda frazione di gioco Mr. Melissano cerca di cambiare le sorti dell’incontro inserendo al 50′ Es-Saki e Mercuri ma sono i Cavalieri a dettare i ritmi dell’incontro. Al 57′ angolo di Klyvchuk rasoterra al limite dell’area di rigore per Brisigotti (migliore in campo) che in corsa e di prima intenzione calcia di sinistro spedendo la palla all’incrocio dei pali, niente da fare per Solazzo ed è il raddoppio.

Non demorde il Gatteo ma Ioli e Bencivenga non sbagliano mai sia in fase di interdizione che di impostazione. Al 79′ Amati va in percussione ma al limite dell’area viene fermato da un difensore, Fantini non demorde e sradica letteralmente il pallone dai piedi dell’avversario per poi servire al centro dell’area di rigore Brisigotti solo davanti a Solazzo, tocco laterale per Klyvchuk che di piatto a porta praticamente sguarnita chiude l’incontro.

La legge dell’Arena dei Cavalieri prosegue, sei vittorie su sei incontri disputati. Per tenere il passo e riportare la media inglese a zero occorre vincere fuori casa e quindi domenica prossima a Sala di Cesenatico.

Ufficio Stampa Riccione 1926