Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Calcio B Femminile

San Marino: partenza a razzo delle Titane, poi rimontate dal Brescia

In foto: ©SMAcademy
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 23 ott 2022 18:14 ~ ultimo agg. 24 ott 03:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Serie B femminile 2022-23, 5° giornata | San Marino Academy – Brescia CF 2-2

IL TABELLINO
SAN MARINO ACADEMY [4-1-4-1]: Olivieri; Micciarelli (dall’80’ Menin), Zito, Gallina, Ladu; Accornero, Tamburini (dall’84’ Prinzivalli), Bertolotti (dal 70’ Bolognini), Brambilla, Abouziane (dal 70’ Marengoni); Barbieri. A disposizione: Montanari, Menin, Larenza, Desiati. Allenatore: Giulia Domenichetti.

BRESCIA CF [4-3-3]: Lugli; Ripamonti (dal 58’ Pasquali), Perin, Galbiati, Viscardi; Brayda, Magri, C. Merli (dal 66’ Bianchi); Hjohlman, Fracas (dal 73’ Kustrin), L. Merli. A disposizione: Vavassori, Ghisi, Barcella, Panza, Ferrari, Pedrini. Allenatore: Ashraf Seleman.

Arbitro: Diego Castelli di Ascoli Piceno.
Assistenti: Fabio Gentile di Teramo, Federico Zugaro de L’Aquila.

Ammonite: Bertolotti, Perin, Zito.

Reti: 9’ Brambilla, 20’ Tamburini, 34’ Hjohlman, 75’ Pasquali.

CRONACA E COMMENTO
La San Marino Academy ha fame di rivalsa dopo la prova di Formello e lo si capisce fin dall’approccio alla gara con il Brescia, reduce da due vittorie consecutive e fin qui imbattuto in campionato.

Al primo vero affondo, le Biancoazzurre padrone di casa passano: punizione laterale di Accornero che Barbieri prolunga a centro area dove sbuca Brambilla che di testa trova la prima esultanza stagionale. La risposta del Brescia è in un mancino debole di Fracas che non crea problemi a Olivieri. Dall’altra parte, Abouziane ingaggia un uno contro due e poi offre palla all’accorrente Ladu, che col destro sorvola di poco il bersaglio.

È però un’Academy padrona delle operazioni e meritevole del raddoppio, che arriva al 20’: lancio profondo di Ladu per Tamburini, che si infila fra i due centrali e con il destro è letale davanti a Lugli. Col passare del tempo le Leonesse lombarde alzano il baricentro, dando però pochi grattacapi alla retroguardia di casa. Finché Fracas, sugli sviluppi di una rimessa laterale, trova il pertugio per servire a centro area Hjohlman, veloce e precisa nella girata di prima intenzione.

La San Marino Academy reagisce e nel finale di frazione si costruisce una grande occasione con Abouziane, la cui posizione, probabilmente irregolare, viene sanata dal tocco di Galbiati: l’attaccante italo-marocchina si coordina immediatamente dal vertice dell’area piccola, muovendo però la rete dalla parte sbagliata.

Altre due chance per le Titane sui titoli di coda del primo tempo: prima Barbieri prova a girarsi su angolo, trovando una deviazione; poi ci prova Ladu con un destro – teoricamente di alleggerimento – dalla lunghissima distanza: palla fuori di poco.

Nella ripresa è il Brescia a spingere con maggiore convinzione. Brayda spaventa Olivieri con un destro dal limite che gira, ma – fortunatamente per le ragazze di Domenichetti – non a sufficienza. Poco dopo, ci vuole un’attenta risposta di Olivieri per mantenere invariato il 2-1 sulla punizione al veleno di Cristina Merli. Seleman si affida ai cambi inserendo, tra le altre, anche Pasquali, mossa che si rivelerà azzeccata.

Intanto Brayda pesca sul secondo palo Luana Merli, che si coordina al volo mancando il bersaglio di poco. Anche Domenichetti attinge alla panchina: dentro Bolognini e Marengoni per Bertolotti e Abouziane. Al 75’ il Brescia trova il sospirato 2-2.

L’azione è molto simile a quella del 2-1: sfondamento laterale – in questo caso di Hjohlman – evappoggio centrale per Pasquali, che gira immediatamente in porta. Poco dopo arriva il momento di Menin, al rientro dopo il lungo infortunio che l’aveva tenuta lontana dai campi fin dalla passata stagione.

Il capitano avvicina l’apoteosi personale e di squadra appena cinque giri di lancetta più tardi: rimessa battuta da Prinzivalli direttamente in area, dove Barbieri individua immediatamente la traccia per liberare Menin sul secondo palo. Il destro immediato della 9, però, è a lato. Intanto il Brescia finisce la gara in dieci per l’infortunio di Kustrin a finestre esaurite.

La San Marino Academy ci crede fino alla fine. L’occasione più grande arriva però solo a recupero inoltrato. Punizione dal limite affidata al sinistro della specialista Bolognini, che va vicinissima al palo coperto dalla barriera.

Finisce così: le Titane tornano a far punti dopo il passaggio a vuoto di Formello, con un pizzico di rammarico per una vittoria a lungo cullata ma non condotta in porto.

Ufficio Stampa San Marino Academy