Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Basket B Femminile

La Ren-Auto Happy Basket Rimini passa a Cesena (52-65)

In foto: La Ren-Auto Happy Basket Rimini 2022/2023
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 30 ott 2022 21:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

NV CESENA vs REN-AUTO 52-65 (15-9; 8-21; 17-17; 12-18), giocata domenica 30/10.

IL TABELLINO
NUOVA VIRTUS CESENA: Koral 12, Clementi, Sabbatani, Zoffoli, Battistini 11, Bollini, Gori 4, Currà 19, Nanni 2, Girelli 3, Abati 1, Sampieri. All. Lisoni.

REN-AUTO: Novelli 4, Mecozzi, Duca E. 11, Pignieri 8, Duca N.14, Renzi, Garaffoni 10, Capucci 8, Lazzarini, Tiraferri, Gambetti, Mongiusti 10.

Arbitri: Zambelli e Neri.

CRONACA E COMMENTO
La quinta giornata del girone B del campionato di B femminile vede la Ren-Auto di coach Andrea Maghelli di scena nella vicina Cesena in quello che è, almeno sulla carta, quasi un testacoda: le neopromosse padrone di casa sono infatti l’unica squadra ancora a secco di vittorie, mentre l’Happy cerca i due punti per agganciare momentaneamente in vetta Castel San Pietro, ferma per il turno di riposo. Coach Maghelli recupera dopo tre gare capitan Novelli, schierata nello starting five insieme a Capucci, Garaffoni, Eleonora e Noemi Duca. Da sottolineare tra le fila di Cesena la presenza delle ex Valeria Nanni e Claudia Girelli.

Le padrone di casa trovano il primo vantaggio con un 2/2 dalla lunetta, ma Noemi Duca pareggia immediatamente con un bel movimento in svitamento a centro area. Cesena entra decisamente meglio in partita, è più aggressiva, impeccabile dalla lunetta e sorprende una Ren-Auto tropo svagata nella circolazione di palla: parziale di 7-0 per la Nuova Virtus per il 9-2 complessivo. L’attacco rosanero non riesce ad essere efficace contro la difesa schierata e il poco che arriva è conseguenza di giocate in velocità: 9-5 a metà frazione. Dopo un libero di Capucci Cesena segna il canestro del 12-6 e successivamente, con quattro liberi consecutivi tocca il nuovo massimo vantaggio, +8 sul 15-7. Capucci dalla lunetta avvicina la Ren-Auto: il quarto si chiude sul 15-9.

I liberi continuano ad essere l’unico modo con cui le due squadre muovono il punteggio: un 2/2 di Garaffoni vale il 15-11. La numero 14 trova finalmente la via del canestro nell’azione successiva, poi Mongiusti, con un gioco da tre punti dopo rimbalzo d’attacco, regala il primo vantaggio alla Ren-Auto, 15-16. Ancora Mongiusti, questa volta con un tiro dai sei metri, segna il canestro del 15-18. È il cambio di inerzia che serviva: la difesa diventa ermetica e concede appena un punto, mentre in attacco la squadra corre e gira bene la palla. A 4′ dall’intervallo il punteggio è 16-23.

Lo scarto non cambia e si va così al riposo lungo sul 23-30. Rilevante l’impatto della 2005 Mongiusti, autrice di 9 pesantissimi punti. Al ritorno in campo la Nuova Virtus ha una reazione veemente e piazza un parziale di 7-2 chiuso da una tripla di Girelli, 30-32. Eleonora Duca con una tripla e la sua gemella Noemi con un bel movimento sotto canestro ridanno ossigeno alla Ren-Auto, 32-37. Le “Ducas” trascinano l’attacco, ma Cesena resta a contatto.
Negli ultimi secondi di frazione Garaffoni ruba palla e in contropiede realizza il canestro che fissa il punteggio sul 40-47 al 30°.

Si riparte e la Nuova Virtus con un 4-0 immediato si riavvicina , 44-47, ma Pignieri in penetrazione e Noemi Duca di forza da sotto “pareggiano”. L’atmosfera si scalda, Cesena e il suo pubblico non gradiscono il metro arbitrale, fioccano le proteste e le conseguenti decisioni punitive della coppia in grigio. Fallo su Pignieri, tecnico alla panchina ed espulsione diretta di coach Lisoni fruttano cinque liberi per per la Ren.Auto: Pignieri e Capucci con freddezza glaciale li realizzano tutti per il 47-58 a metà frazione. Da qui in poi non c’è più partita, perché l’incontro scivola via in un mare di polemiche e conseguenti fischi che la Ren-Auto capitalizza a dovere.
Finisce 52-65.

IL DOPOGARA
«È stata una partita molto fisica – commenta coach Maghelli: all’inizio non siamo riusciti a prendere le misure all’aggressività di Cesena che ci ha condizionato al punto da portarci a sbagliare tiri facili in attacco. Nel secondo quarto le cose sono cambiate, abbiamo lavorato meglio in difesa costringendo le nostre avversarie a forzare molto; a quel punto le ragazze sono riuscite a giocare in campo aperto, si sono rilassate e anche a difesa schierata l’attacco ha cominciato a girare. Nel momento di bagarre il 5/5 ai liberi è stato un segno di forza mentale: la squadra è stata brava a mantenere la calma in quel momento, tanto più se consideriamo i finali delle partite precedenti. E’ un peccato perché per quel quarto contro Samoggia non siamo a punteggio pieno, ma abbiamo comunque una buona classifica e lavoreremo approfittando della pausa per arrivare concentrati alla partita con la Magika».

La Ren-Auto tornerà in campo a Castel San Pietro sabato 12 novembre, alle ore 20.30, per il match con la Magika.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Rimini Happy Basket

Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO