Indietro
venerdì 24 maggio 2024
menu
I voti dei biancorossi

Virtus Entella-Rimini 0-2, le pagelle di Cesare Trevisani

In foto: Subito dopo il triplice fischio
Subito dopo il triplice fischio
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 set 2022 20:18 ~ ultimo agg. 15 set 15:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

ZACCAGNO 7. Gaburro dopo il Cesena cambia portiere e il padovano torna in campo a 20 mesi dall’ultima gara ufficiale. Sempre sotto pressione nella raffica di angoli e poi superbo nel chiudere in uscita su Tascone a fine primo tempo. Di nuovo super su Zamparo nella ripresa e sempre sicuro nella gestione della pioggia di palloni che arrivano dalle sue parti.

LAVERONE 6,5. Ha lo spessore per giocare partite di questo genere. Soffre il giusto, limita le offensive perché il vantaggio arriva presto e c’è da sudare dietro, ma tutto senza errori. Chiude a sinistra.

PIETRANGELI 7. Le prende tutte lui. Di testa e di piede. L’Entella è monocorde, cerca sempre di armare l’artiglieria pesante con spioventi che il granatiere biancorosso intercetta con senso della posizione e giusta aggressività. Tenere a secco un simile reparto d’attacco è una stella al merito bella luccicante.

PANELLI 7. Va in campo per il forfait di Allievi nel riscaldamento e deve subito indossare la tuta da lavoro perché Merkaj e Faggioli sono on fire. Prende un giallo inspiegabile al 21’ dall’imbarazzante direttore di gara e ci deve fare i conti fino alla fine, ma c’è sempre e ovunque. Mezzo punto in più per questo motivo.

REGINI 6. Disciplinato nella posizione, il problema è quando serve animare la manovra. Il Rimini sbaglia molto sul lato tecnico, lui un pochino più degli altri.

DELCARRO 6. Fase difensiva ok, precisione nei disimpegni e gestione del pallone meno brillante. Però c’è sempre e fino alla fine. E i liguri lo trovano sempre nella posizione più fastidiosa.

PASA 6. Anche lui un muro nell’interdizione, ma troppi errori negli appoggi, favoriti dalla pressione ligure nel primo tempo, meno spiegabili nella ripresa. Però alla fine porta a casa la partita, con l’Entella che cambia spesso uomo dalle sue parti e nessuno lo mette sotto.

ROSSETTI 6,5. Esce dal bunker della lotta in mezzo al 34’ con una legnata sulla quale De Lucia si supera. Poi torna in trincea, si vede poco ma è sveglio nelle coperture e dei tre in mezzo è quello che la gioca meglio.

GABBIANELLI 6. Un minuto dopo la seconda palla persa con annessa sportellata subìta, mette Sereni davanti al portiere con una verticalizzazione perfetta. Poi torna ad ingrigirsi un po’. Non saranno tutti aggressivi come Cesena ed Entella, speriamo.

SANTINI 7,5. Arrivano solo palle alte e stavolta c’è il canadese Sadiki a sovrastarlo in centimetri. La prima occasione ce l’ha all’alba della ripresa ma De Lucia ci mette il piedone; poi invece punisce lo svirgolo del portierone ligure e premia la scelta di Gaburro di lasciarlo dentro. Combatte con generosità, corre dappertutto e alla fine la sfida coi corazzieri liguri la vince lui.

SERENI 7. Parte dentro alla partita, con qualche sbavatura ma con tante iniziative. Poi sorprende la difesa quando s’infila nel buco lasciato da Santini e con un tocco supera De Lucia per il vantaggio in apertura. Conduce il contropiede che potrebbe portare al raddoppio e nel finale lascia perché la benzina per le accelerazioni non c’è più.

TONELLI 6. Si piazza dietro le punte a fare il guastatore. Prova anche la palombella del tris che finisce alta di un niente

TOFANARI SV. Pochi minuti nel finale per chiudere il lucchetto sulla vittoria.

VANO 6,5. Mette a disposizione della squadra quanto può in questo momento. E’ una presenza che l’Entella soffre subito e se Volpe pensava di rovesciare in avanti tutta la squadra, il suo arrivo ha fatto capire che di coraggio in biancorosso ce n’è.

Cesare Trevisani