Indietro
martedì 4 ottobre 2022
menu
FSGC

UEFA Safety & Security: Raschi ed il Tenente Gatti alla conferenza di Istanbul

In foto: (©FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 2 set 2022 21:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella città in cui si sono svolti i sorteggi delle fasi a gironi delle prossime competizioni UEFA per club, dalla
Champions League alla Conference League, passando per l’Europa League, si sono riuniti oltre 440 rappresentanti tra membri di UEFA, Federazioni nazionali, club, funzionari di polizia dei vari Paesi europei ed alti funzionari ed esperti di vari organismi internazionali.

La UEFA Safety & Security Conference 2022 ha avuto come temi principali la gestione delle grandi folle, il ritorno degli spettatori negli stadi dopo le limitazioni della pandemia, il ruolo dei Security Officer e degli stewards e la sinergica collaborazione con la polizia a cui è demandata la gestione dell’ordine pubblico. Per San Marino, hanno partecipato Michele Raschi – Security Officer in seno alla FSGC – ed il Tenente Gabriele Gatti, del Corpo della Gendarmeria di San Marino.

Diversi gli esempi riportati da ogni angolo d’Europa, su tutte l’esperienza della finale di Europa Conference League giocata a Tirana, nel nuovo stadio della capitale albanese. Un altro esempio arriva dai Paesi Bassi, dove lo stadio dell’Ajax è stato utilizzato come “laboratorio” in cui studiare la gestione delle grandi folle in tempo di pandemia tramite l’ausilio dei sistemi di videosorveglianza ed innovativi software, in grado di individuare grandi aggregazioni di persone per lanciare l’alert affinché vengano allontanate o fatte disperdere, con anche l’uso dei droni nella gestione dei flussi.

Si è parlato anche di come approcciarsi ai nuovi comportamenti sociali e relazionali dei tifosi che tornano a riempire gli spalti dopo mesi e mesi di asocialità e lontananza dal calcio dal vivo. La raccomandazione di UEFA, in generale, è quella di fare squadra tra tutti gli enti coinvolti nell’organizzazione di un evento sportivo (federazioni, clubs, polizie, servizi medici, pompieri, stewards, sicurezza privata, ecc…). Senza questa collaborazione, è quasi impossibile raggiungere l’obiettivo di realizzare un evento in piena sicurezza.

In conclusione, si è fatta menzione dell’importanza delle infrastrutture fin dall’origine della loro realizzazione su carta, affinché siano soddisfatti tutti i requisiti consigliati dagli esperti e dai regolamenti strutturali, e si è parlato della nuove belle sfide che si affacciano sul calcio europeo: la gestione degli aspetti di Safety&Security negli eventi nazionali ed internazionali del calcio femminile e del futsal, quest’ultimo nella cornice particolare dei palazzetti, quindi ambienti al chiuso.

FSGC | Ufficio Stampa