Indietro
giovedì 29 settembre 2022
menu
Campionato Promozione

Sampierana, Glauco Lanzi bomber e cercatore di funghi

In foto: Glauco Lanzi
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 set 2022 01:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Glauco Lanzi è la Sampierana. Nativo di Riofreddo, l‘attaccante ha sempre e solo vestito nella sua lunga carriera di calciatore (è della classe 1986) la maglia del club di San Piero in Bagno di cui è l’anima e il giocatore con il maggior numero di presenze. La scorsa stagione è stata la migliore sotto il profilo realizzativo: dieci reti e una in Coppa Italia.

All’esordio il bomber ha già bollato nel 4-1 rifilato al Cervia, altrettanto ha fatto in Coppa Italia e in precampionato. Se il buongiorno si vede dal mattino…
“E pensare che sono nato come esterno d’attacco, solo tre anni fa mister Andrea Rossi mi ha adattato ad attaccante centrale – racconta Lanzi, un ruolo che mi riesce bene. Essendo alto 1,90 il colpo di testa è il mio pezzo forte, ma gioco anche per la squadra, la faccio salire, mi piacciono le sponde. Per certi versi, assomiglio a Bernacci”.

Glauco Lanzi, che sensazioni ha sulla sua squadra?
“Ottime, c’è buon gruppo e soprattutto un tecnico preparato e scrupoloso come Barontini, che fa crescere la squadra e in particolare i giovani: non li abbiamo mai avuti così bravi. Sono ottimista perché vedo le cose fatte per bene, la strada è quella giusta. Possiamo fare meglio della scorsa stagione e anche pensare in grande, poi quello che viene, viene. Sarebbe il top alla mia età centrare un’altra promozione in Eccellenza dopo quella della stagione 2009-2010”.

La Sampierana è una delle big. Le avversarie più agguerrite?
“Il Gambettola è la più forte, poi metto Sant’Ermete, Novafeltria e Cervia nonostante la pesante sconfitta in casa nostra. Nel prossimo turno saremo a Secchiano contro il Novafeltria, per noi un test molto significativo”.

L’assenza di Pippi peserà a gioco lungo?
“Sono rimasto molto male quando ho saputo la notizia che Simone sarebbe volato in America, con lui saremmo stati ancora più forti e io sicuramente avrei avuto più assist e palle gol. Corzani è comunque il suo degno sostituto (lui e Pungelli per impegni scolastici non ci saranno domenica ma rientrano Berni e Canali, ndr)”.

Il punto di forza della Sampierana?
“Il fattore campo. Allo stadio domenica c’erano più di 200 spettatori. Si respira entusiasmo”.

In che cosa si deve migliorare?
“Nella fase di finalizzazione, dobbiamo essere più precisi nell’ultimo passaggio, curare i dettagli”.

Una vita nella Sampierana. Perché?
“Sono attaccato alla maglia, lavoro qui anche se abito con la mia compagna a Pieve Santo Stefano, in Toscana. Ho avuto richieste, ma non le ho mai prese in considerazione”.

Ha 36 anni. Quanto ancora vuole giocare?
“Ho voglia, non ho avuto infortuni. Finché mi regge il fisico e mi diverto io non mollo”.

Infine una curiosità. Lanzi è conosciuto non solo per le sue indubbie qualità di calciatore, ma anche per la sua straordinaria passione per i funghi: è tra i tre cercatori più bravi dell’Alto Savio. “Non c’è giorno in cui non trascorra parte del mio tempo libero per coltivare questo hobby” rivela Lanzi.