Indietro
martedì 27 settembre 2022
menu
FSGC

Supercoppa: duello tutto gialloblù per il primo trofeo della stagione

In foto: (©FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 29 ago 2022 19:58 ~ ultimo agg. 30 ago 15:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Poco più di 24 ore e il sipario sulla stagione del calcio sammarinese 2022-23 si aprirà. L’onore e l’onere toccheranno a La Fiorita e Tre Fiori, vincitrici dei due trofei messi in palio la scorsa primavera e pertanto chiamate di diritto a contendersi la Supercoppa 2022. Nella sala stampa del San Marino Stadium, i due tecnici – Andy Selva e Oscar Lasagni – assieme a Gianluca Vivan (La Fiorita) e Michael Traini (Tre Fiori) hanno presentato questo appuntamento che rappresenta un po’ il ponte fra la passata e la nuova stagione calcistica del Titano.

Andy Selva, grande ex della sfida, preferisce però guardare solo in una direzione: “Quello che è stato è stato, ormai si tratta di un capitolo chiuso. Ora se ne apre uno nuovo, importante. Quella di domani è una partita dove cercheremo di fare bene, dando il massimo dall’inizio alla fine.”

Suona un po’ lo stesso spartito Oscar Lasagni, che – a differenza di Selva, passato dal Pennarossa al Tre Fiori all’alba dell’estate europea – era in panchina quando con La Fiorita sollevava sia la Supercoppa 2021 sia lo Scudetto 2021-22. “Quello che è stato fatto l’anno scorso è stato bellissimo – sottolinea il tecnico di Montegiardino –. Veniamo da un’annata stupenda, ma ora guardiamo avanti. Abbiamo cambiato tanto nella rosa ma quello che non cambia è la voglia di continuare a fare bene. Cercheremo di aprire questo nuovo ciclo puntando subito ad un trofeo importante come la Supercoppa.”

I cambiamenti in casa Fiorita citati da Lasagni non hanno riguardato Gianluca Vivan, pronto a difendere i pali di Montegiardino per l’ottava stagione consecutiva. “La campagna europea ci ha richiesto molto a livello di energie – commenta il portiere gialloblù –. Praticamente non ci siamo fermati mai dalla stagione scorsa a quella che sta per iniziare. Ma se da una parte c’è stato un dispendio importante, dall’altra possiamo dire che abbiamo messo della benzina nelle gambe che potrà tornarci utile anche sul lungo periodo.”

Michael Traini, uno degli ultimissimi acquisti del Tre Fiori, non ha fatto l’Europa con la squadra di Andy Selva. Tuttavia è stato sempre connesso ai nuovi compagni, assorbendone ambizioni da riversare sul campo già a partire dalla sfida di domani: “Quest’estate sono state fatte grandi cose in Europa: un passaggio del turno riuscito ed uno sfiorato. I ragazzi sono stati bravissimi, ma è già il passato. Ora bisogna concentrarsi sulla sfida di domani, che, oltre a mettere in palio il trofeo, ci prepara ad una nuova stagione lunga e complicata.”

Da un bomber ancora in attività ad uno che ha fatto la storia del calcio sammarinese. Andy Selva pone l’accento sugli effetti benefici che la Supercoppa potrebbe regalare a chi saprà meritarsela dopo i 90’ o i 120’ di domani: “Vincere un trofeo è sempre importante, sia per il club, che per i giocatori, che per lo staff. Ti dà anche una linfa in più per partire bene con la stagione. Incamerare entusiasmo sarebbe fondamentale e renderebbe, almeno in teoria, un po’ più facile l’approccio alla stagione.”

Così anche Lasagni, che si proietta oltre, ovvero ad un campionato che richiederà dosi massimali di applicazione e concentrazione, anche alla luce della novità di format: “Partire bene fa sempre morale. Tuttavia non dobbiamo dimenticare che la stagione sarà lunghissima. Inoltre quest’anno vincerà lo Scudetto la prima classificata della regular season, e questo ti costringe a non sbagliare nulla. Domani dovremo puntare al titolo per la società, che fa grandi sforzi, e anche per i giocatori che hanno iniziato questo percorso un anno fa, dato che la Supercoppa è il trofeo che chiude il ciclo della stagione precedente. Oltretutto, è un altro titolo che dobbiamo difendere.”

In effetti La Fiorita è stata l’ultima vincitrice di un torneo giunto quest’anno all’edizione numero 10. Una cifra tonda accanto alla quale entrambe le compagini gialloblù puntano ad iscrivere il proprio nome, con La Fiorita che, in caso di successo, diventerebbe la più titolata da quando, nel 2012, questo trofeo ha assunto il nome di Supercoppa.

“Indubbiamente chi vince domani guadagna un trofeo in più e questa è la cosa principale – il pensiero di Vivan –. Poi tutto il resto sarebbe da scrivere. Non credo che vincere domani manderebbe un segnale di un qualche tipo alla concorrenza. Il campionato sarà lunghissimo e domani sarà in ogni caso troppo presto per trarre conclusioni. Penso che ci vorrà del tempo per capire chi avrà davvero le carte in regola per portare a casa lo Scudetto.”

Ben focalizzato su questa differenza anche Traini: “Un conto è la partita secca di domani, un conto è una maratona lunghissima come il campionato. Domani ci si offre un’opportunità molto importante e starà a noi dare il massimo per coglierla. Ma il campionato è ben altro: richiede un cammino lungo, con mille cose da dimostrare lungo la via.”

Appuntamento domani ad Acquaviva, con fischio d’inizio fissato alle 20:45. La gara sarà live sulla piattaforma Titani.TV, con telecronaca integrale. Arbitrerà Antonio Ucini, coadiuvato da Gianmarco Ercolani e Cristiano Ernesto. Quarto ufficiale sarà Giacomo Cenci.

FSGC | Ufficio Stampa