Indietro
venerdì 30 settembre 2022
menu
ATP Challenger Tour

Internazionali di tennis San Marino Open: main draw lunedì

In foto: Enrico Dalla Valle (credit: foto Chapman/San Marino Open)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 7 ago 2022 18:41 ~ ultimo agg. 8 ago 00:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Entra subito nel vivo la 29ª edizione degli Internazionali San Marino Open, appuntamento dell’ATP Challenger Tour (€ 67.960 il montepremi) pronto a tenere banco fino a domenica 14 agosto sui campi del Centro Tennis Cassa di Risparmio di Montecchio.

La giornata di apertura del main drawlunedì 8 – vedrà infatti l’esordio di alcuni dei protagonisti più attesi, a cominciare da quattro giocatori italiani. Nel secondo match in programma, con inizio non prima delle ore 19 (il primo incontro sul Centrale, alle 17, vedrà impegnati il lettone Ernests Gulbis, ex top ten, destinatario di una delle tre wild card, e il rumeno Filip Cristian Jianu, entrato come alternate), va in scena il derby tricolore fra il faentino Federico Gaio, n.265 ATP, e Matteo Arnaldi, n.215 del ranking mondiale e ottava testa di serie, uno dei Next Gen azzurri emergenti, vincitore quest’anno a Francavilla del suo primo Challenger.

Nella sessione serale (dalle 21) poi si accenderanno i riflettori sul romano Flavio Cobolli, n.138 della classifica e 4 del seeding, in gara con una wild card, che esordirà con l’ungherese Fabian Marozsan (n.251 ATP).

Il quarto italiano in campo lunedì è il napoletano Lorenzo Giustino (n.242 ATP), che sfida il croato Nino Serdarusic (n.180 ATP), settimo favorito del seeding, sconfitto nei tre testa a testa precedenti.

Come gustoso antipasto, a partire dalle ore 10, i match del turno decisivo di qualificazione, che vedono tre tennisti italiani (due dei quali romagnoli) a caccia di un posto nel tabellone principale. Il cesenaticense Francesco Forti, reduce dalla finale nel 25mila dollari ITF di Bolzano, dopo il successo domenica sul russo Yan Bondarevskiy, deve vedersela con l’argentino Matias Zukas, sesta testa di serie delle “quali”, che ha sbarrato la strada al riminese Manuel Mazza (wild card), piegato 6-3 1-6 6-3.

Il ravennate Enrico Dalla Valle si è imposto in rimonta, con il punteggio di 6-7(6) 6-2 6-1 sull’ucraino Georgii Kravchenko (n.8) e si gioca l’ingresso nel main draw con l’altoatesino Alexander Weis, che ha superato 6-0 4-6 6-1 il rumeno Alexandru Jecan.

“Innanzitutto mi sento in dovere di ringraziare la federazione sammarinese per la wild card che mi ha consentito di disputare le qualificazioni – sottolinea il 24enne romagnolo, che sta provando a rientrare ad alto livello dopo quasi due anni di infortuni e problemi fisici –. Dopo tutto quello che ho passato è bellissimo stare finalmente bene ed essere qui a competere. È stata una partita in cui ho avuto tante occasioni anche nel primo set, quando sono stato avanti 5-3 e 6-5, mancando un set-point, poi dopo un inizio di seconda frazione un po’ scarico ho ritrovato energia e sono riuscito ad alzare il livello, facendola girare dalla mia parte. E spero di riuscire ad esprimermi in questo modo anche lunedì”.

Il protagonista dell’impresa di giornata è comunque Marco De Rossi, uno degli artefici della recente promozione della nazionale del Titano nel Gruppo III di Coppa Davis. Nell’incontro che apriva il programma sul Centrale il 25enne sammarinese ha saputo sfruttare al meglio la wild card (è n.1189 ATP) concessagli dagli organizzatori eliminando per 6-3 6-4, in un’ora e un quarto di partita, il rumeno Stefan Palosi, che lo precede di oltre 750 posizioni nella classifica mondiale (n.426 ATP). Nel primo set De Rossi, in svantaggio 3-2 con break, ha saputo cambiare marcia incamerando il parziale, poi nella seconda frazione dopo aver salvato tre palle break nel sesto gioco (evitando il possibile 2-4) è stato lui nel game seguente a strappare il servizio al 22enne di Constanta, break confermato con il terzo ace così da salire 5-3. Il “padrone di casa” non ha tremato chiudendo al primo match-point con una solida prima su cui l’avversario ha risposto in rete.

“Ho giocato un’ottima partita e devo riconoscere che sono un po’ sorpreso pure io del risultato – ammette il biancazzurro che sfiderà per un posto nel main draw l’austriaco Lukas Neumayer, n.349 ATP e quarta testa di serie delle “quali” – visto che il mio avversario veniva da un buon momento, mentre io dopo lo stop per l’infortunio al ginocchio ho avuto ancora qualche strascico e non sono al cento per cento. Però il giocare in casa e la carica che mi ha regalato la settimana a Baku mi hanno sicuramente aiutato”.

RISULTATI. Primo turno qualificazioni: (10) Francesco Forti (ITA) b. Yan Bondarevskiy (RUS) 7-5 6-1, (wc) Enrico Dalla Valle (ITA) b. Georgii Kravchenko (UKR) 6-7(6) 6-2 6-1, Matias Zukas (ARG) b. (wc) Manuel Mazza (ITA) 6-3 1-6 6-3, Elmar Ejupovic (GER) b. Riccardo Balzerani (ITA) 6-3 6-4, (wc) Marco De Rossi (SMR) b. Stefan Palosi (ROU) 6-3 6-4, Alexander Weis (ITA) b. Alexandru Jecan (ROU) 6-0 4-6 6-1, Marius Copil (ROU) b. Stefano Napolitano (ITA) 6-4 6-2, Andrei Chepelev (RUS) b. Luca Potenza (ITA) 6-3 6-4, Lukas Neumayer (AUT) b. (wc) Marco Miceli (ITA) 7-6(4) 6-2, Viktor Durasovic (NOR) b. Christian Langmo (USA) 6-4 7-6(5), Oleg Prihodko (UKR) b. Vladyslav Orlov (UKR) 6-4 2-2 rit., Valentin Vacherot (MON) b. Mili Poljicak (CRO) 6-2 6-3.