Indietro
martedì 16 agosto 2022
menu
Al Sun Padel Rimini

Sinicropi-Cattaneo e Sussarello-Pappacena vincono la 3a tappa del Circuito Slam by MINI

In foto: Chaira Pappacena e Giulia Sussarello (Foto Giampiero Sposito)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 3 lug 2022 20:45 ~ ultimo agg. 22:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Riccardo Sinicropi-Daniele Cattaneo e Giulia Sussarello-Chiara Pappacena sono le coppie vincitrici della terza tappa del Circuito Slam by MINI, andata in scena sui campi del Sun Padel Rimini (12.500 euro il montepremi complessivo).

I due azzurri si sono aggiudicati il torneo maschile della manifestazione di punta del panorama nazionale, organizzata dalla Federazione Italiana Tennis, rilanciando le loro ambizioni in vista del Master finale. Accreditati della terza testa di serie, dopo essere approdati alle semifinali senza una goccia di sudore per via del forfait di Luca Mezzetti e Michele Bruno (messo fuori causa da un virus intestinale) e aver sconfitto 6-4 6-3 Marcelo Capitani (vincitore delle prime due tappe con l’argentino Denis Perino) e Andres Britos, n.2 del seeding, nel match clou si sono imposti per 6-3 6-4 su Cristian Marcelo Calneggia e Clemente Adrian Matias Baez. Il binomio italo-argentino, quinta forza del tabellone, in precedenza autore dell’eliminazione di Lorenzo Di Giovanni e Mauro Augustin Salandro, numero 4 del seeding, e in semifinale di Marco Cassetta e Simone Cremona, primi favoriti del tabellone, sotto il caldo sole del lungomare riminese è sempre stato costretto a rincorrere, e nel secondo set, sul 4-5 e servizio Cattaneo, si è procurato tre opportunità di contro-break, fronteggiate con lucidità dal duo tricolore – il primo a superare un turno di tabellone principale in un Major Premier Padel, in maggio al Foro Italico -, pronto poi a sfruttare il golden point per mettere le mani sul trofeo.

“Dopo aver disputato due incontri serali siamo riusciti ad adattarci alle diverse condizioni di gioco e al grande caldo, e siamo felicissimi di aver battuto due avversari di valore e di esperienza. Un risultato che ci dà grande fiducia per i prossimi appuntamenti”, le prime parole del milanese Cattaneo. “Quest’anno abbiamo deciso di dedicarci più possibile all’attività internazionale e fin qui sta andando abbastanza bene – aggiunge Sinicropi –. Ora saremo impegnati in Francia e probabilmente in Belgio: speriamo di proseguire nel nostro percorso di crescita”.

Il tributo ai vincitori arriva proprio dai finalisti. “Siamo un po’ amareggiati per aver perso, però onore al merito a Cattaneo e Sinicropi, una delle coppie italiane che sta facendo tutto il possibile per migliorare, cimentandosi con continuità sulla scena internazionale”, sottolinea Calneggia. “Non ho giocato la mia miglior partita, accusando un po’ la fatica dopo le due sfide di ieri, però i nostri avversari hanno meritato di conquistare la vittoria”, gli fa eco Baez, pure lui nato a Cordoba, in Argentina, e dopo un periodo trascorso a Madrid attualmente a Torino dove lavora come tecnico.

Nella competizione femminile hanno rispettato fino in fondo il ruolo di principali favorite Giulia Sussarello e Chiara Pappacena, accreditate della prima testa di serie dal giudice arbitro Walter Naldoni (assistito da Elia Ubaldini): le “sorelle d’Italia”, dopo le affermazioni nei quarti su Annalisa Bona e Francesca Ligotti (6-0 6-4) e in semifinale su Flaminia Olmo e Martina Pugliesi (6-2 6-1), hanno completato il loro percorso netto regolando 6-3 6-1 l’argentina Marianela Montesi e Francesca Campigotto, capaci di eliminare per 76(6) 60 la coppia composta da Valentina Tommasi e Alessia La Monaca, numero due del seeding.

Per Sussarello e Pappacena è il secondo successo nel circuito Slam by MINI, dopo quello colto a Triggiano nella prova di apertura e la finale a Tolcinasco nella seconda tappa, così da consolidare la loro leadership in classifica. “La Romagna ci porta bene, perché dopo i vari scudetti conquistati gli anni scorsi a Riccione abbiamo centrato questa vittoria, in una location davvero affascinante, a due passi del mare, con tanta gente che anima il circolo”, il commento dell’atleta romana che compirà 28 anni il 14 luglio. “È la quarta volta che le affrontiamo nel giro di pochi mesi e quindi sapevamo di dover scendere in campo cariche e concentrate”, aggiunge la 30enne comasca (n.50 WPT) prima di mettersi subito in viaggio alla volta di Valencia dove lunedì alle 18 scenderà in campo nella Previa del torneo World Padel Tour al fianco di Roberta Vinci. “In caso di vittoria dovrò affrontare martedì proprio Chiara, che gioca con la spagnola Polo, una situazione già verificatasi a livello internazionale”.

“Non sono abituata a giocare all’aperto e devo ammettere che il caldo mi ha messo a dura prova, impedendomi di esprimermi al massimo”, riconosce con un pizzico di rimpianto la 30enne nata ad Aosta e trapiantata a Torino. “Loro sono fortissime e vincere sarebbe stata un’impresa, però potevamo fare sicuramente qualcosa di più e lottare maggiormente – il parere della 24enne giocatrice nata a La Plata ma con il bisnonno originario di Ancona, già finalista nella prova di apertura a Triggiano –. Però misurarci con avversarie di questo calibro è un’esperienza preziosa perché ogni volta impariamo qualcosa”.

RISULTATI
Finale maschile: (3) Riccardo Sinicropi-Daniele Cattaneo b. (5) Cristian Marcelo Calneggia-Clemente Adrian Matias Baez 6-3 6-4.

Finale femminile: (1) Giulia Sussarello-Chiara Pappacena b. Marianela Montesi-Francesca Campigotto 6-3 6-1.