Indietro
venerdì 20 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

Il San Giovanni recupera anche Mema per dare l'assalto al Faetano

In foto: Marco Tognacci
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 6 mag 2022 14:26 ~ ultimo agg. 16:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tutti in novanta minuti. È una vera e propria finale quella che attende domani (sabato) alle 15 il San Giovanni: il Faetano ha chiuso infatti la stagione regolare al sesto posto e il miglior piazzamento gli consente di qualificarsi alla seconda fase anche con un doppio pareggio. Dopo essersi visti raggiungere sull’1-1 proprio sul gong nella sfida d’andata di martedì sera, i ragazzi di mister Marco Tognacci hanno dunque un solo risultato a disposizione per tener vivo il sogno e migliorarsi rispetto a dodici mesi fa, quando riabbracciarono i playoff dopo sei stagioni amare ma uscirono di scena subito senza mai essere veramente in corsa per il passaggio del turno. La sfida di qualche giorno fa dice invece che quest’anno la determinazione è tutt’altra e il tecnico spinge sul pedale della convinzione.

Mister, ci siamo, è il momento della verità: come ci arriva la squadra?
“Abbastanza bene direi, i ragazzi sono forse un po’ stanchi perché l’altra sera è stata una partita tosta, ma lo è stata anche per loro. C’è solo un po’ di rammarico per essere stati raggiunti proprio alla fine, anzi anche oltre, dopo aver disputato una bella prova e non aver sofferto neanche troppo se vogliamo essere sinceri”.

Come stanno i ragazzi e chi mancherà? L’infermeria si è svuotata?
“A parte Marigliano, l’unico non ancora rientrato degli infortunati di lungo corso, non avremo Conti che è squalificato. Ritroveremo però per uno spezzone a gara in corso anche Mema, il nostro bomber che da un paio di settimane ha ripreso ad allenarsi in gruppo: è un’arma importante per il nostro attacco”.

L’obiettivo playoff è stato centrato, cosa chiede ora al gruppo?
“Sicuramente di stare in gara fino all’ultimo secondo, perché non abbiamo altro risultato della vittoria e basta anche un gol. Questo era l’obiettivo che ci eravamo posti prima dell’andata e come ci hanno fischiato quella punizione del pareggio al 95esimo può toccare lo stesso a noi. Sono convinto che ce la giocheremo alla pari, se avremo recuperato bene dal grosso dispendio di energie”.

Alla vigilia della gara d’andata il presidente Venturi ha speso parole molto positive nei suoi confronti e in quello dello staff augurandosi di proseguire insieme nel tempo: come giudica questa prima stagione al San Giovanni?
“L’ho detto anche al presidente che sono stato davvero benissimo sia con la società che con il gruppo: sono molto contento dei ragazzi e di come si può lavorare in maniera tranquilla e in un bell’ambiente, senza isterie da professionismo che non c’entrano niente con una realtà come questo campionato”.

Pur sperando ovviamente che l’annata si prolunghi ancora molto, ha già pensato al futuro? La prossima stagione la ritroveremo su questa panchina?
“Adesso dobbiamo pensare al campo, poi sono abituato a confrontarmi con la società per sapere se sono stati contenti e se le cose sono andate bene. Io come detto mi sono trovato ottimamente e ho lavorato come mi piace, quindi per me si può andare avanti di certo, ne parleremo a tempo debito”.