Indietro
martedì 28 giugno 2022
menu
Alla Fiera di Rimini

I primi risultati delle competizioni internazionali di Trampolino Elastico

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 26 mag 2022 20:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono finalmente iniziate le gare di trampolino elastico, double mini trampoline e tumbling alla Fiera di Rimini.

Momento di grande emozione per il Comitato organizzatore locale che, in collaborazione con la Federginnastica e la Federazione Internazionale di Ginnastica, ha organizzato la prima di due settimane di eventi sportivi di altissimo livello, con atleti pluri-medagliati e olimpionici. Dal 26 al 28 maggio, infatti, sarà possibile assistere alla 3° edizione della Aere Cup e alla 4° tappa italiana del circuito di Coppa del Mondo per queste discipline. Prossima settimana invece l’arena ospiterà il 28esimo Campionato europeo, un evento di grandissimo prestigio che European Gymnastics ha concesso proprio all’Italia. Ma le sorprese non terminano qua perché quello di Rimini sarà il palco anche per le gare di double mini trampoline e tumbling, che per la prima volta approderanno nel Belpaese.

Ad aprire lo spettacolo sono stati più di cento atleti giovanissimi provenienti da 35 nazioni diverse. Dopo le ultime prove mattutine in campo gara, le competizioni sono iniziate alle ore 15:00 con il trampolino sincronizzato maschile 13-16 anni e il tumbling maschile 13-16 anni. A dominare le qualifiche sono stati rispettivamente la coppia azera Abbasov-Mahsudov e l’americano Harper Xavier. A partecipare alla gara di synchro c’era anche la coppia italiana Tonelli-Ceccarini della società Alma Juventus di Fano che con un ottimo punteggio di 78.510 si è guadagnata la finale.

La gara è proseguita con trampolino sincronizzato e tumbling femminili 13-16 anni. Anche in questo caso era presente il duo italiano composto da Silvia Coluzzi e Letizia Radaelli, che ha mancato la finale per un soffio a causa di un errore nella prima routine. A condurre la qualifica sono stati gli USA in entrambe le discipline con la coppia Houette-De Hanes e l’individualista Jolley Brooklyn.

Si è passati poi alle competizioni individuali sul trampolino per le categorie maschili e femminili 11-12 anni. Numerosissima la rappresentanza italiana con Leonardo De Pastena (ASD Acrobatic Sport), Jonay Rossi, Chiara Rosati, Carolina Urso e Isabella Borgogelli Avveduti (Alma Juventus Fano).

In cima alla classifica della qualifica troviamo nella competizione maschile Jonay Rossi (Alma Juventus Fano) seguito dagli atleti bulgari Vakrilov e Georgiev, mentre nella femminile hanno condotto la gara Magdalena Kysiova (Bulgaria), Urso Isabella (Alma Juventus Fano) e Mikaela Hristova (Bulgaria).

Ultime categorie per la disciplina del trampolino sono state quelle della fascia 17-21 anni maschile e femminile, in cui hanno padroneggiato rispettivamente Illia Polonets (Ucraina) e Peyton Brown (USA).

Hanno conquistato la finale anche gli italiani Chiara Usari (Milano 2000) e Igor Polenta (Associazione Ginnastica Giovanile Ancona).

Ultime, ma non per importanza, le competizioni di double mini trampoline 13-16 anni maschili e femminili e 17-21 maschili che per la prima volta nella storia del trampolino hanno come palco un’arena tutta italiana. Protagonisti assoluti gli americani Micah Miner e Rosalie Thongphay che hanno portato a casa due ottimi salti. A rompere l’egemonia USA è stato lo svedese Jacob Carlon nella fascia 17-21 maschile. Le gare giovanili sono ricominciate nella mattinata di giovedì 26 maggio, mentre nel pomeriggio si sono svolte le prime finali.

Altre notizie
di Icaro Sport
FOTO
di Icaro Sport
FOTO