Indietro
domenica 29 maggio 2022
menu
Volley C Femminile

Projet System Rimini-Supermarket Abissinia Riccione 3-1

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 10 apr 2022 23:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Projet System Rimini Volley vs Supermarket Abissinia Riccione Volley 3-1 (18-25, 25-7, 25-23, 25-22)

Il pubblico delle grandi occasioni ha fatto da cornice ad un derby intenso e ben giocato dalle due squadre. Un derby che ha regalato spettacolo, emozioni e che alla fine è stato vinto dalla squadra che ha dimostrato per l’ennesima volta di meritare la prima posizione in classifica e che ha messo in campo quel qualcosa in più che ha fatto pendere la bilancia dalla sua parte, tra cui l’altissimo affiatamento di un gruppo che sostanzialmente gioca insieme da alcuni anni. Vince con merito 3-1 la Projet System Rimini Volley per la caparbietà, la forza, la tenuta mentale e fisica con cui ha saputo reagire nei momenti di difficoltà, ma Riccione non demerita, anzi nel terzo e quarto set ha messo più che qualche timore alla capolista, che ha subito il gioco della squadra di Garavini. Nessun rammarico per Magnifico e compagne, ma solo tanto orgoglio e soddisfazione per aver sfoderato un’onorevole prestazione davanti a quasi 200 spettatori e con dall’altra parte della rete una grande formazione costruita per stare lì in alto e fare così bene. Occhi puntati ora già a lunedì sera, in campo al Ginnasio di Forlì alle 21:15 con le locali della Claus Libertas Forlì.

La partita. Nel primo set parte bene Riccione e guadagna subito qualche punto. La squadra riccionese è avanti al primo time-out, ma poi subisce il veemente ritorno delle locali e si torna in parità. La partita è bella e appassionante e si arriva verso metà in sostanziale equilibrio. Poi Riccione riesce a mettere la stoccata vincente, trova l’allungo e per le riminesi diventa difficile recuperare il gap di punti di svantaggio. Riccione chiude avanti 18-25.

Nel secondo set le ragazze della coach Gambuti cominciano subito a macinare punti. Nel primo parziale abbiamo visto le locali entrate in campo un po’ contratte, ma nel secondo set le riminesi hanno dimostrato tutto il loro valore, attente in difesa, precise in fase offensiva e impeccabili al servizio. Vola via la seconda frazione di gioco in favore delle locali (25-7).

Il terzo e quarto set sono poco adatti ai deboli di cuore, ma andiamo con ordine. Nel terzo parziale, visti i presupposti, si poteva pensare ad una marcia trionfale per le riminesi senza alcuna opposizione da parte delle biancoblu ed invece viene fuori il carattere della squadra riccionese. La partita sembra poter scivolare via facilmente per le riminesi ma sul 16-8 la gara si riaccende. Con un parziale di 4-13 Riccione trova il sorpasso (20-21) regalando ai presenti un finale di set al cardiopalma. Qualche errore nei momenti cruciali delle ospiti e una maggiore attenzione e incisività delle riminesi permettono alla Projet System di conquistare il terzo set (25-23), portandosi avanti nella conta dei parziali (2-1).

Quarta ed ultima frazione ancora in bilico fino ai punti finali. Si lotta punto a punto, sorpassi e contro sorpassi: la gara rimane sempre emozionante e accalora gli spettatori sugli spalti. Si arriva nella parte “bollente” del set con le locali avanti di un paio di punti, distacco che risulta fatale per le riccionesi nel recuperare lo svantaggio e che permette alle riminesi di chiudere set e partita (25-22).

IL DOPOGARA
A fine partita coach Garavini ha commentato: “è stata una partita molto emozionante, giocata a viso aperto da entrambe le squadre e con un’intensità da categoria superiore. Penso sia stata una partita bella anche da vedere per il pubblico, scambi lunghi ed entusiasmanti e grandi difese. Sapevamo che non sarebbe stata una partita semplice, in trasferta con la capolista, non lo è per nessuno. Devo fare i complimenti alle ragazze perché sono scese in campo con il giusto atteggiamento, senza alcuna paura di perdere ma con la consapevolezza che ogni punto vincente per noi sarebbe stato qualcosa di guadagnato. Ringrazio le ragazze per l’impegno e lo spirito d’unione riportato sul campo, mi auguro si possa dare continuità a questa prestazione già da domani sera a Forlì.”